Quantcast

Villa Bottini, summit fra Comune e rappresentanti degli studenti per affrontare i problemi delle scuole

Le maggiori criticità sono state rilevate per gli istituti Paladini e Civitali che da tre anni svolgono lezione a Campo di Marte

Le istituzioni incontrano gli studenti per un confronto sui temi e le problematiche che sta affrontando il settore scolastico sul territorio di Lucca.

incontro-studenti-istituzioni

Si è tenuto oggi (3 dicembre), nelle sale di villa Bottini, l’incontro tra i rappresentanti degli studenti e i vertici delle istituzioni, a rappresentare il Comune di Lucca, c’erano: il sindaco, Alessandro Tambellini e il consigliere comunale con delega alle politiche giovanili, Daniele Bianucci, per la Provincia hanno partecipato la consigliera con delega alla programmazione della rete scolastica provinciale, Maria Teresa Leone e il responsabile del settore trasporti, Alberto Martinelli. Non è potuto essere presente il delegato per la Provincia all’edilizia scolastica Andrea Bonfanti, costretto a rinunciare a causa di un’influenza, ma che non ha fatto mancare un suo intervento in cui ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto fino ad adesso.

Tra le problematiche di più ampio rilievo presentate dai ragazzi la situazione dell’istituto Civitali e Paladini che si trova da tre anni costretto nell’area del Campo di Marte, confinato all’interno dei moduli container o negli ambienti della palazzina, troppo stretti e inadeguati per consentire in tempo di Covid delle lezioni in presenza con un giusto distanziamento.

“Io faccio parte delle classi che si trovano nella palazzina di Campo di Marte – dichiara Giada Martinucci, rappresentante dell’istituto Paladini – abbiamo chiesto ai rappresentanti delle istituzioni di porre maggiore attenzione alla manutenzione dell’edificio che ci ospita. Chiaramente sappiamo che i lavori in san Nicolao non si possono risolvere su due piedi e non chiediamo di accelerare per tornare là il prima possibile, ma chiediamo almeno sicurezza dove siamo adesso. Manutenzione quindi, che i cavi all’aperto non rechino danni e che non piova all’interno delle aule”.

Problemi simili sono riscontrati anche da parte dei ragazzi che hanno le aule all’interno dei container: “La mia classe è all’interno dei container e i problemi purtroppo sono vari – spiega Lorenzo Rovai rappresentante d’istituto liceo Paladini – I bagni diventano inagibili quando piove, avvengono dei blackout e la pioggia entra all’interno delle aule, infatti gli infissi non sono più molto sicuri perché i prefabbricati sarebbero predisposti per tempi brevi, quando invece, siamo lì da quattro anni e oramai non ce la fanno più”.

La Provincia si è dichiarata sensibile a questi problemi e ha dichiarato che ben presto ai moduli già presenti ne verranno affiancati altri due e che durante le feste di Natale verranno effettuati dei lavori alle coperture per evitare nel futuro che la pioggia invada le aule degli studenti.

“Altro tema sensibile è quello del trasporto per raggiungere la palestra – prosegue Lorenzo Rovai – La palestra è un problema comune a tutte le scuole che si trovano nel centro storico di Lucca, perché non c’è un luogo vicino per poter svolgere le ore di ginnastica. Già da due anni mancano i mezzi per accompagnare gli studenti negli impianti sportivi, adesso la Provincia ha dichiarato che da lunedì la situazione dovrebbe essere risolta. Per alcune classi lunedì 5 dicembre dovrebbero essere pronti gli autobus, per le altre, che non hanno due ore di educazione motoria attaccate, bisognerà aspettare un’altra settimana”.

Ma nonostante le rassicurazioni della Provincia altri problemi si stagliano all’orizzonte: “Per salire sugli autobus che ci porteranno alle palestre, sarà obbligatorio il green pass, che potrà essere ottenuto anche da tampone – dice Giada Martinucci – Ci è stato assicurato che per gli studenti sarà applicato un prezzo ridotto per il tampone, di 8 euro, però far spendere 8 euro a settimana non trova il consenso di tutti i ragazzi e molti hanno già dichiarato di non essere d’accordo. Purtroppo questa comunicazione ci è arrivata solo oggi, inoltre è un viaggio di breve durata, dal Campo di Marte agli impianti Coni alle tagliate, o in via Carlo del Prete, quindi molto, molto breve”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.