Quantcast

Canile di Pontetetto, la proposta: “Potenziare la struttura per assicurare le cure anche ai gatti”

Presentata dalla commissione ambiente l'idea sarà discussa stasera (18 gennaio) in consiglio comunale

Potenziare la struttura che, all’interno del canile di Pontetetto, assicura il ricovero e l’assistenza dei gatti: individuando le risorse necessarie, e modificando i regolamenti in essere, in modo che sia garantito sia il recupero, sia un’assistenza più ampia rispetto alle esigenze di gatti in difficoltà presenti sul territorio comunale, compresi quelli malati e di cui non è possibile individuare la proprietà.

A chiederlo all’unanimità è la commissione consiliare ambiente (composta, oltre al presidente Daniele Bianucci, anche dal vice Francesco Cellai, e da Massimiliano Bindocci, Nicola Buchignani, Cristina Consani, Andrea Giovannelli, Enzo Giuntoli, Lucio Pagliaro), con un ordine del giorno che sarà stasera (18 gennaio) posto all’attenzione del consiglio comunale.

“Attualmente, la struttura di Pontetetto accoglie i gatti solo in casi particolarmente limitati. Il nostro obiettivo è quello di arrivare a una sorta di parificazione con l’attività già assicurata per i cani: con un servizio di raccolta a cura di quelli malati, di cui non si conosce la proprietà. Il documento nasce in pieno accordo con l’assessora Valentina Simi, e ha raccolto l’adesione sia della maggioranza che dell’opposizione della commissione – spiega il presidente, Daniele Bianucci –. Al momento di affrontare la questione del nuovo regolamento per la tutela e il benessere degli animali, la commissione ha pensato importante porre l’accento su una questione molto importante, la cura dei gatti malati sul nostro territorio attraverso il potenziamento della struttura già presente a Pontetetto, da tempo evidenziata in maniera importante sia dall’Osservatorio per gli affari animali e dalla sua presidente Chiara Testi, sia dalle associazioni del territorio. Da qui la scelta dell’ordine del giorno, sottoscritta all’unanimità: perché la salvaguardia dei gatti, e di tutti gli animali, è un tema che tutti abbiamo a cuore, senza distinzione politica”.

Il documento impegna anche l’amministrazione comunale a prevedere contributi alle associazioni di volontariato del territorio, impegnate nella cura e assistenza dei gatti, alla loro adozione e al contrasto al randagismo. L’amministrazione sarà chiamata a relazione in commissione sul raggiungimento degli obiettivi.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.