Quantcast

Torna CardioLucca in San Francesco: appuntamento dal 7 al 9 luglio

Viaggio nella scienza del cuore in tre intense giornate di lavori volute dal direttore di cardiologia del San Luca Francesco Bovenzi

Ora c’è l’ufficialità: la sedicesima edizione di CardioLucca 2022 si terrà dal 7 al 9 luglio ancora una volta nell’auditorium di San Francesco.

CardioLucca Francesco Bovenzi San Francesco

La nostra città ospiterà un vero e proprio viaggio nella scienza del cuore in tre intense giornate di lavori: il titolo iconico e accattivante dell’evento Cuore è vita scelto quest’anno da Francesco Bovenzi, direttore della cardiologia di Lucca, esprime la costante ricerca di innovazione, sintesi e sviluppo espressa in questi ultimi anni dalla scuola cardiologica lucchese, patrimonio di cultura e di scienza.

CardioLucca 2022 vivrà della partecipazione dei più autorevoli relatori e di centinaia di cardiologi provenienti da tutte le regioni che daranno vita a interessanti approfondimenti dalle tradizionali tematiche di prevenzione, infarto, valvulopatie, scompenso cardiaco, fibrillazione atriale e cardiochirurgia fino alle crescenti problematiche che legano la pandemia e l’ambiente alla salute cardiovascolare.

Scopriremo quanto sia importante prendersi cura del nostro futuro proteggendo la salute del cuore a partire dalla ricerca e dalle sue ricadute nel mondo reale. In uno speciale focus dal titolo Core symposium on the green heart project moderato da Michele Mirabella, scienziati, autorità e istituzioni regionali e nazionali si confronteranno nella mattina di sabato 9 lugliosulle tematiche che legano la salute alla tutela ambientale.

“Proprio in questo difficile periodo dell’umanità – spiega Bovenzi – non possiamo permetterci di distogliere la nostra attenzione dalla minaccia dei cambiamenti climatici responsabili di incombenti danni per la nostra salute, già pesantemente messa in crisi dalla recente pandemia e oggi dalla guerra. Ancora una volta e tra i primi in Italia, tratteremo in un simposio dedicato l’emergenza climatica e il degrado ecologico come grandi minacce per la salute dell’uomo”.

“Tutti – prosegue Bovenzi – abbiamo il dovere di dare l’esempio e guidare il cambiamento del sistema sanitario. In azienda, al San Luca con la forza dei nostri numeri e dati assistenziali in questi anni abbiano tracciato un profondo solco scientifico e organizzativo che ha contribuito a salvaguardare non solo il futuro del cuore di tanta gente, ma oggi la nostra meravigliosa terra. CardioLucca rappresenta un impegno responsabile per gli operatori sanitari, ma ancor più una finestra di speranza aperta ai cittadini e uno stimolo costruttivo per le istituzioni. Siamo paladini e interpreti della moderna assistenza che tanti emulano seguendo il nostro esempio organizzativo che fa scuola in Italia nel campo dell’umanizzazione e della ricerca clinica. Anche quest’anno non mancherà nel ricco programma scientifico uno spazio dedicato alla pandemia Covid-19 oggetto di continui aggiornamenti sulla prevenzione, trasmissione virale, diagnosi e terapia”.

Cardiolucca 2022, infine, analizzerà la crisi sanitaria e umanitaria causata dal recente drammatico conflitto armato in Ucraina: un’ulteriore occasione per lanciare da Lucca un forte messaggio ricco di speranza e di pace.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.