Quantcast

L’Isi Pertini incontra il prefetto nel trentennale delle stragi di mafia

Si conclude il percorso sulla legalità iniziato in occasione della giornata della memoria delle vittime innocenti il 21 marzo scorso.

Domani (24 maggio) l’Isi Pertini concluderà il ricco calendario di eventi sul tema della legalità iniziato in occasione della giornata della memoria delle vittime innocenti delle mafie il 21 marzo scorso.

Il percorso ha toccato diverse tematiche: il caporalato; la memoria di Rossella Casini; i ragazzi di Libera di Vibo Valentia. L’11 aprile il prefetto di Lucca, Francesco Esposito, ha incontrato gli studenti del Pertini. Domani si terrà l’evento conclusivo in ricordo del trentennale delle stragi Falcone e Borsellino nel quale, alla presenza del prefetto si approfondiranno gli aspetti delle figure dei due magistrati che sono stati esempio di modernità e vivacità di indagine, essendo stati sempre un passo avanti alle organizzazioni criminali dell’epoca e per questo capaci di tenergli testa.

“È importante mantene viva la memoria – dicono dall’istituto – cercando attivamente la verità dei fatti, insieme ad un’opera di riconoscimento di quelle figure di altissima statura morale, che devono costituire l’esempio da seguire per i nostri giovani studenti, e che possano così influenzare positivamente le loro scelte future, ma bisogna anche far conoscere le persone che oggi non subiscono passivamente, ma che con il loro lavoro e impegno contrastano le mafie”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.