Quantcast

Fuggita con madre e sorella dall’Ucraina, ora Anna studia pianoforte a Lucca

Inizialmente l'inserimento a scuola non era stato possibile. Ora le fa da insegnante un allievo del Boccherini

Sono riuscite a fuggire dalla guerra e a trovare ospitalità a Lucca, grazie al Cas della Cooperativa Giovani e Comunità: una madre con due bambine è al sicuro, ma il primo periodo non è stato facile.

La bambina più piccola, infatti, è stata subito inserita alle scuole elementari di San Vito mentre per l’altra, Anna, tredicenne, all’inizio non è stato possibile fare altrettanto, così ogni mattina
rimaneva tristemente a casa, salutando la sorella felice.

Questo non ha lasciato indifferente l’operatrice del Cas che si è adoperata per
trovare una soluzione. Per la bambina, che in Ucraina studiava anche pianoforte, grazie al direttore Massimo Salotti, si è aperta la porta della scuola di musica Sinfonia e il conservatorio Boccherini ha segnalato la disponibilità di un suo allievo ucraino, Peter, ad impartirle delle lezioni.

“Un grazie – scrivono dalla cooperativa – anche ad alcuni amici sensibili all’accoglienza di profughi, migranti e persone bisognose che hanno offerto una ricompensa per l’opera del giovane e volenteroso studente”. Alla fine anche lei è stata accolta alla scuola di San Vito con la sorella.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.