Quantcast

Liceo Paladini, allarme caldo: “Nei prefabbricati 41 gradi e niente aria condizionata”

A segnalare il disagio sono alcuni genitori: "Urge una soluzione: tra afa e mascherina i nostri figli si sentiranno male"

Salgono le temperature e, tra i banchi di scuola, è iniziato il conto alla rovescia verso il tanto atteso ultimo giorno. Ma al liceo delle scienze umane Paladini, sistemato da settembre 2018 nei prefabbricati davanti l’ex ospedale Campo di Marte, non sono solo le interrogazioni e i compiti in classe per salvare la media a preoccupare studenti e studentesse in queste settimane.

Sì, perché questa esplosione d’estate ha fatto salire il termometro in molte aule oltre la soglia del tollerabile. L’aria condizionata? Non pervenuta. Qualcosa sembrerebbe essersi inceppato. A segnalarlo sono alcuni genitori, preoccupati anche per la salute dei propri figli: “Tralasciando il disagio per la concentrazione, certo non facilitata dai 41 gradi di temperatura raggiunti in più ambienti, non potremmo certo chiudere gli occhi se dovessero verificarsi episodi di malori dovuti all’abbassamento di pressione per il troppo caldo. Alcuni, leggeri, ci sono già stati segnalati. La scuola non potrà essere un luogo perfetto, ma ci sembrerebbe il minimo che non fosse, nemmeno in potenza, causa di danno”.

Proseguono i genitori: “Gli anni scorsi, di questi tempi, l’aria condizionata era in funzione. Quest’anno invece sono settimane che l’afa è insostenibile e che i nostri figli chiedono al personale scolastico di accendere i climatizzatori, ma la risposta che dicono di ricevere è disarmante: ‘non sappiamo come si fa’. Che il problema derivi dal caro bollette? O forse dai filtri dell’aria che non sono stati ancora puliti? Sicuramente ci sarà una spiegazione, ma adesso urge trovare una soluzione al problema, almeno in questi pochi giorni di scuola rimasti”.

“Purtroppo – concludono i genitori – non dimentichiamoci che a scuola è ancora obbligatorio indossare la mascherina. Un altro fattore che aggrava il senso di soffocamento nelle aule”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.