Pardini dai vertici della Lucchese: “Vigileremo sulle trattative” video

Il sindaco ha chiesto conto delle due cordate interessate all'acquisto, spiegando che il Comune ritiene garanzia necessaria il progetto per il nuovo stadio

Un incontro conoscitivo, ma anche l’occasione per dire che la nuova amministrazione vuole essere al fianco dei soci della Lucchese nella delicata fase delle trattative per la cessione, con un occhio al futuro e, da parte del Comune, l’impegno non soltanto a vigilare su questo cruciale passaggio ma anche a verificare le solidità delle proposte al vaglio e le garanzie sul progetto del nuovo stadio che il sindaco ritiene una priorità.

Mario Pardini sindaco

E’ stato questo il messaggio che Mario Pardini ha voluto lanciare ai vertici della società rossonera, nell’incontro che si è svolto oggi pomeriggio (4 luglio) al quartier generale della Lucchese, dove il nuovo sindaco ha incontrato il presidente Alessandro Vichi, il direttore sportivo Daniele Deoma, il dg Mario Santoro e il dirigente Bruno Russo. Un confronto cordiale, ma che è andato subito sui punti salienti delle questioni aperte nel club rossonero.

Il sindaco ha infatti chiesto conto delle trattative in essere e che restano al momento in piedi su due fronti – quello della cordata australiana, che sembra ormai più vicina all’acquisto e che sarebbe condotta dal gruppo Scali; e quello della cordata “campana” – assicurando che, per quanto di competenza, l’amministrazione comunale svolgerà le verifiche del caso e che sosterrà i soci della Lucchese in questa delicata fase.

Ma Pardini ha chiesto anche delucidazioni sul futuro del Porta Elisa e sul progetto del nuovo stadio, spiegando che su questo punto occorrono garanzie precise, dal momento che l’amministrazione, ha spiegato, lo ritiene “una priorità”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.