Sport e socializzazione, accolti 84 progetti dal bando della Fondazione Crl

Dalla valorizzazione dei settori giovanili alle iniziative di coesione: successo per il nuovo canale attivato dall'ente di San Micheletto

Sono in tutto 84 i progetti accolti nell’ambito del bando Sport e socializzazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Un grande successo per un bando tutto nuovo dedicato alle iniziative volte alla promozione dello sport tra i più giovani, anche come elemento aggregante e inclusivo, e a numerose attività di cruciale importanza per la costruzione di un tessuto sociale sempre più coeso e solidale.

 

La Fondazione potrà così erogare oltre 500 mila euro per lo svolgimento di iniziative che vanno dal sostegno ai settori giovanili di associazioni affermate in svariati sport, molte delle quali rivolte in particolare ai disabili, e a tutta una serie di progetti che, con modalità e finalità differenti, concorreranno a migliorare la vita delle singole comunità proponendo occasioni di incontro, collaborazione e condivisione.

 

Per quanto concerne lo sport si va dal supporto all’attività giovanile di storiche società, come l’Atletica Virtus e il Basket Le Mura, alle iniziative di promozione sportiva in comuni come Sillano – Giuncugnano e Piazza al Serchio; dal contributo al rinnovo delle attrezzature per la Ginnastica Martini al sostegno alle attività del Rugby Lucca e molto altro ancora.

 

Numerose poi le richieste accolte nell’ambito dei progetti di socializzazione con i quali si mira al recupero di aree fondamentali per la vita in comune, come avverrà per le attrezzature sportive del Comitato paesano di Aquilea, o alla costituzione di ambienti sociali nuovi e stimolanti; obiettivo con cui prenderà vita, ad esempio, la banda giovanile creata dall’Anbima.

 

Ma ciò che fa ben sperare è come sia stato profondamente compreso lo spirito che la Fondazione ha voluto imprimere a questo bando, poiché numerose sono le proposte in cui sport e socializzazione vanno ‘a braccetto’: ovvero iniziative che coniugano l’attività sportiva con un intento che va nel senso dell’integrazione, del reciproco aiuto e della crescita parallela di ragazze e ragazzi, al di là del genere, delle possibili forme di disabilità o delle situazioni di svantaggio sociale.

 

L’elenco completo delle richieste accolte è disponibile sul sito (clicca qui).

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.