È Beniamino Placido il nuovo capo di gabinetto

La nomina ufficializzata dal sindaco Pardini

Un incarico fiduciario di massima importanza. È Beniamino Placido il nuovo capo di gabinetto del sindaco Mario Pardini. Lo ha nominato lo stesso primo cittadino, conferendogli l’incarico di guida del suo staff personale.

comunelucca.jpg

Dopo la scelta di Stefano Giuntini come portavoce, è stata formalizzata l’investitura di Placido, che come si ricorderà è un nome di spicco di Lucca2032, oltre ad essere figlio di Vincenzo Placido, cui Pardini ha dedicato la sua vittoria. Presidente all’atto di nascita del movimento che ha proposto Pardini come candidato sindaco, riuscendo poi a canalizzare su di lui tutto il centrodestra lucchese, Placido è stato dirigente della casa di distribuzione cinematografica Notorious Pictures Spa, precedentemente product manager in Medusa Film Spa (2007 – 2012) e marketing manager a The Walt Disney Studios.

L’incarico, come si specifica nella determina di nomina, avrà durata fino allo scadere del mandato dell’amministrazione Pardini. Con Placido, il primo cittadino ha un rapporto lungo una vita: amici di infanzia, hanno condiviso interessi e, da ultimo, anche la passione per la politica. Il compenso che nella determina di nomina era stato fissato in 129.771 euro annui lordi -, salvo l’anno in corso per cui era prevista una spesa di 49.025 euro e il 2027, ultimo anno di mandato, per cui era previsto uno stipendio di 64.886 euro -, è stato definito in 50mila euro lordi in una determina approvata dalla giunta, in cui si completa l’organico dello staff del sindaco.

Oltre a Placido e Giuntini, è stata nominata, con la funzione di segretaria particolare del sindaco, Elisabetta Biagioni. Già ufficiale, come noto, infine l’inserimento di Giacomo Bernardi nell’ufficio stampa.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.