Menu
RSS

Senso unico in via Romana, secco no delle attività

WhatsApp Image 2018 08 11 at 12.10.37È una bocciatura senza mezzi termini all'ipotesi senso unico rilanciata nei giorni scorsi dall'assessore Celestino Marchini (leggi) quella che arriva dai residenti e dalle attività commerciali che sorgono sulla via Romana. Una soluzione, quella del senso unico in via Romana, che va in parallello con quello già vigente in via di Tiglio: in questo modo via di Tiglio potrebbe essere utilizzata solo in uscità da Lucca e, viceversa, via Romana sarà l'arteria in cui verrà convogliato il traffico in arrivo da Capannori. Una soluzione non ancora adottata (e al momento resta una delle tante ipotesi sul tavolo) ma che ha già scatenato le reazioni estremamente negative dei residenti, delle attività della zona, delle associazioni di categoria e delle forze politiche di opposizione, con Siamo Lucca e Fratelli d'Italia che hanno espresso il loro secco no a questa ipotesi. Le motivazioni di questa bocciatura sono molteplici: si va dalla riduzione del volume di potenziali clienti per le attività commerciali, all'aumento del traffico nelle zone interne dei quartieri di San Filippo e dell'Arancio. Le rassicurazioni di Marchini che ha garantito ulteriori correttivi che sarebbero allo studio per risolvere anche quest'ultimo problema non sembrano essere bastate a rasserenare gli animi, con i cittadini che chiedono un confronto al più presto e i titolari delle attività che minacciano iniziative. In molti infatti hanno lamentato la mancanza di un confronto pubblico su questo tema da parte dell'amministrazione comunale (anche se in realtà alcune assemblee erano state fatte questo inverno e, anche in quell'occasione, la proposta non era piaciuta ai residenti, ndr).

"Se continuano così ci rovinano - dice fermamente Walter Cicu, titolare della ditta Elettro Service -. Spero vivamente che ci ripensino perché è una scelta che penalizza tutti coloro che hanno fatto degli investimenti e che con questa decisione rischiano seriamente di doversi trasferire, o peggio, chiudere. Continuino pure così se vogliono che qui scoppi una rivolta". 
La condanna al nuovo progetto di viabilità è unanime da parte di residenti e attività delle due vie interessate: "È un disastro - afferma senza tanti giri di parole Elena della pasticceria Ghera -. Noi abbiamo perso moltissimi clienti con il senso unico in via di Tiglio. Se ora metteranno a senso unico anche la via Romana la situazione non potrà che peggiorare". Sulla stessa lunghezza d'onda tutti i commercianti della zona con Vincenzo Carpentieri della pizzeria Donna Luisella che esprime tutta la sua preoccupazione e si augura vivamente che non si proceda e Vanessa Zannoni di Cicli e Ricicli che si augura che la chiusura sia solo temporanea: "Ci hanno detto che il senso unico rimarrà solo fino a settembre - dice -. Speriamo che sia così, se dovesse essere una cosa temporanea va bene. Ma dico assolutamente no ad una via Romana a senso unico in maniera permanente. Valuteremo nel caso anche la possibilità di fare delle iniziative". 
Non sono solo le problematiche dei negozi di vicinato a creare malcontento ma anche la situazione legata al traffico che, complice il cantiere Geal in via di Tiglio, è diventata esplosiva nelle ultime settimane. L'istituzione del senso unico in via di Tiglio ha provocato un sovraccarico di traffico sulla via Romana, con lunghe code per chi arriva da Capannori - sostengono i residenti. Inoltre una cospicua mole di traffico si è riversata nelle vie interne dei quartieri di San Filippo e dell'Arancio, in particolare: via Sandei, via Bongi, via Carignani e molte altre. Strade piccole che attraversano zone residenziali e che adesso si ritrovano invase dalle auto. A questo si devono aggiungere i problemi legati alla nuova viabilità in via di Tiglio, segnalati da un cittadino residente nella zona, con auto che, ignorando la nuova ordinanza, percorrono la via contromano, altre che fanno inversione a u in via Martini (che sarebbe a senso unico) e altre ancora che arrivavano dalla via della Chiesa di San Filippo, anch'essa a senso unico. 
La bocciatura da parte dei residenti è dunque globale e mette in dubbio il quadro concettuale che sta alla base della nuova viabilità. A spiegare le ragioni dei cittadini è ancora Walter Cicu che oltre a possedere un'attività è anche residente della zona: "Credevano di risolvere tutti i problemi con il sottopasso di via Ingrillini, invece non è così. Adesso la conseguenza di questi due sensi unici sarà che le auto passeranno all'interno dei quartieri, con un aumento significativo del traffico. In una zona dove c'è anche una scuola e dove prima passavano sì e no 5mila auto all'anno e dove ora invece la situazione è esplosa. Non si capisce il perché di questa scelta che rischia di diventare pericolosa per chi vive il quartiere, invaso dalle auto: via di Tiglio e via Romana sono due artiere grandi e importanti mentre le altre sono piccole vie che dovrebbero essere percorse solo dai residenti. Oltretutto questa decisione è stata presa senza ascoltare le esigenze di noi cittadini. Erano state fatte delle assemblee? Io non ho ricevuto nessun invito. Mi piacerebbe che sindaco, assessori e tecnici del Comune venissero a verificare di persona i problemi che stanno creando alle attività. Ci stanno mettendo in ginocchio". 
La sperimentazione durerà fino al 15 settembre. Entro quella data si deciderà se confermare la nuova viabilità, integrata con le opportune modifiche, oppure se ripristinare il doppio senso di marcia.

Luca Dal Poggetto

Ultima modifica ilDomenica, 12 Agosto 2018 11:08

3 commenti

  • nicola
    nicola Lunedì, 13 Agosto 2018 12:11 Link al commento

    ma fatela finita...per un senso unico...ma guarda te che Italia!! neanche un senso ad una strada si può cambiare...oltretutto via di tiglio è pericolosissima per pedoni e ciclisti..e dillo te a tutti quelli che si fermano in mezzo alla strada per andare al bar, farmacia,edicola che non si possono fermare li, è divieto di sosta e di fermata..ma che gli frega all'italiano..bravo assessore e sindaco..andate avanti..altrimenti tutto rimarrà come sempre...

  • Giovanni
    Giovanni Domenica, 12 Agosto 2018 08:24 Link al commento

    mi sono già trovato due volte bloccato perche un tir provava a passare sopra il cavalcavia per quel ponte strettissimo, per poi passare per via corte landucci e rientrare su via Ingrillini.
    Il cavalcavia non era presidiato ed i tir continuavano ad usarlo, adesso scoprono la novità e nel tentativo di aggirarla si fanno a infilare in quelle strade strette.
    E' l'ennesimo esempio di decisioni prese da questo Comune senza ascoltare i cittadini, ma soprattutto senza ragionare e dimostrando quella che ormai e' una evidente incompetenza.
    Comunque che a settembre torna come prima non credeteci, guardate quanta segnaletica definitiva stanno piazzando.
    Ci divertiremo appena riapre il Fermi ed appena l'ospedale ritorna a funzionare a pieno regime .
    Questa e' una mossa di Tambellini per:
    1) sollecitare il bisogno della variante di Pieve S.Paolo
    2) Fare l'ennesimo favore alla Coop a discapito dei negozi che si trovano in fondo a via di tiglio.

  • Ettore Giorgeri
    Ettore Giorgeri Sabato, 11 Agosto 2018 19:31 Link al commento

    Pur non essendo un commerciante della zona ma un abitante da poco sono totalmente d'accordo con le categorie. Ho appreso che l'assessore alle strade era stato preventivamente allettato di cosa andava a scatenare sia dagli esercenti che da alcuni residenti con atti protocollati. È difficile capire il dover mantenere una posizione e non voler ascoltare tutte le voci. Oltretutto si fa una cosa così a sorpresa, senza confronto alcuno? Davvero inconcepibile nemmeno fossimo in un paese governato da un regime autarchico. Spero prevalga il buon senso che darebbe solo merito a chi dovesse fare un passo indietro. Ma lo farà?????

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter