Menu
RSS

Cartelle rifiuti per i dehors, la società: è obbligo

bolletteMentre monta la protesta fra i titolari di bar e ristoranti e la guerra della tariffa dei rifiuti rischia di finire in mano ai legali, la società che gestisce il servizio e che nei giorni scorsi ha inviato le richieste di pagamento degli arretrati si difende e spiega i motivi del provvedimento. "Sistema Ambiente - si legge in una nota - ha avviato il recupero degli arretrati per tutte le categorie degli utenti per ragioni di equità fiscale. Tra questi rientrano gli esercenti. L’obbligo del versamento delle somme all’azienda che gestisce i rifiuti è evidenziato dal 2016 su tutte le concessioni del suolo pubblico. Tutte le operazioni di recupero degli arretrati sono volte all’equità fiscale e garantire quindi a tutta la cittadinanza il pagamento di una tariffa equa".

Leggi tutto...

Successo per l'Eco run sulle Mura di Lucca - Ft

FB IMG 1563021660936Si è svolta ieri (12 luglio) con successo l'Eco Run organizzata dall'atletica Virtus Lucca e in collaborazione con Sistema Ambiente che ha fornito il materiale. A questo evento hanno partecipato gli atleti del settore giovanile della Virtus Lucca e alcuni genitori. È stata svolta una corsa sulle mura e sugli spalti con varie soste per la raccolta dei rifiuti, della durata di circa un'ora e mezzo: un'occasione diversa per tenersi allenati e contribuire anche alla cura e al rispetto dell'ambiente.

Leggi tutto...

Tassa rifiuti su suolo pubblico, esercenti in guerra

turistiluccaMonta la tensione tra gli esercenti del centro storico e l'amministrazione comunale. Dopo le polemiche legate alla sommistrazione di alcolici e alla movida ma, soprattutto, dopo il rincaro della Cosap (la tassa per l'utilizzo del suolo pubblico) deciso dalla giunta nel 2017, che nelle principali aree del centro è aumentata anche del 140%, per ristoratori e baristi è arrivata un'altra doccia fredda. In questi giorni infatti Sistema Ambiente sta notificando alle varie attività tasse non pagate per quanto riguarda le aree esterne che ricadono sul suolo pubblico. Dagli accertamenti fatti dall'azienda, riguardanti gli ultimi 5 anni, è emerso che nessun ristoratore avrebbe provveduto a pagare. Sono quindi partite delle lettere bonarie, questo il nome tecnico, in cui si chiede alle varie attività di regolarizzare la propria posizione, dando la possibilità di rateizzare l'importo in due anni con un taglio del 90% delle penali. Una mazzata che sta destando scompiglio nelle varie associazioni di categoria: si parla di cifre a tre zeri che potrebbero arrivare anche fino a 10mila euro per le attività più grandi. Nonostante la disponibilità dell'amministrazione comunale e dell'azienda parteciapata a venire incontro agli esercenti, il malcontento è molto alto e come spiegato da Benedetto Stefani, rappresentante della Federazione italiana pubblici esercizi di Lucca, non è escluso il ricorso alle vie legali.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter