La fotonotizia di Lucca in Diretta

Lezioni di cucina on line con i prodotti a chilometri zero: sul web c’è ‘Dolce o salato?’

L'idea di Federica Frassi di Santa Maria del Giudice per sostenere le aziende del territorio che fanno anche delivery

Lezioni su Facebook con piatti realizzati con ingredienti di aziende locali, che facciano anche delivery, in modo da allietare una parte del pomeriggio di chi è costretto in casa, insegnare nuovi ricette e far conoscere aziende a chilometro zero che consegnano i loro prodotti bio al domicilio.

Si chiama Dolce o salato? ed è l’idea di Federica Frassi del laboratorio home food TiaCake Arte Dolce e Salata di Santa Maria Del Giudice.

“Prima della quarantena – spiega – nel mio laboratorio realizzavo torte da cerimonia e buffet dolci e salati, oltre a tenere corsi di decorazione di cake design. Molti degli eventi in programma come lauree e compleanni sono saltati, mentre i matrimoni per il momento sono slittati a data da destinare perché ancora non si conoscono le linee guida per organizzare i ricevimenti in fase 2″.

“Quindi in questo periodo di stand-by – prosegue – cosa si fa? Si studia, si impastano lievitati, si aggiustano le cose in casa, ma si resta sempre sospesi nel tempo in attesa di un accenno di ritorno alla normalità. Però, per chi lavora in proprio restare immobili ad aspettare il mutare degli eventi non fa parte del carattere, bisogna sempre darsi da fare ed agire cercando nuove soluzioni. Nessuna delle allieve dei corsi si azzardava ad accennare a quale sarebbe stato il tema del tradizionale corso di decorazione che ogni anno per Pasqua organizzavo per loro, ma tutte, nel gruppo Whatsapp manifestavano il disagio che ogni cittadino in quarantena sta sentendo da quando tutti siamo rinchiusi in casa.  Tristezza e solitudine, malinconia, depressione, di tutto questo anche i social erano cronisti, giorno dopo giorno”.

Ecco allora la prima idea: far compagnia alla gente. “Non mi bastava più – dice Federica – cercare di risollevare il morale dei miei contatti nei vari gruppi. Ho pensato quindi che quel corso di decorazione alle mie allieve potevo farlo lo stesso, però gratuitamente ed in diretta sulla mia pagina. È stata una bellissima sorpresa vedere che il corso suddiviso in più giorni, della durata di mezz’ora ad incontro, ogni volta riceveva sempre maggiori consensi e sempre più spettatori. Terminato quello, ho proposto altri due temi di decorazione per un totale complessivo di 8 dirette. Ed è stato durante l’annosa ricerca di chi consegnasse la spesa, che mi sono imbattuta in fornitori locali che oltre che fare il chilometro zero, producevano anche in modo bio”.

“L’esperienza come chef di quando avevo il ristorante, sommata a quella di insegnante di cucina e pasticceria alla scuola alberghiera – dice Federica Frassi – unito alla necessità di trovare fornitori che portassero a casa la spesa, mi ha fatto balenare una seconda idea. È nato così Dolce o salato? un’oretta di trasmissione in diretta sulla mia pagina Facebook. Le aziende hanno cominciato a passarsi la voce e dopo la prima diretta, in cui l’azienda ospite ha visto aumentare le richieste ai propri prodotti in delivery, è aumentato il passaparola tra i produttori, che vogliono partecipare anche loro con i propri prodotti.  Si sta creando quindi una cordata di lavoratori che hanno imparato a sfruttare l’unica piazza che adesso è frequentata da tutti. Non più la piazza nel centro del paese, davanti al Comune o alla chiesa, bensì Facebook, l’unico posto in cui ci si può trovare, senza muoversi da casa, conoscendo il vicino e pure persone lontane migliaia di chilometri”.

“Mi è stato chiesto di non fermarmi quando sarà terminata la quarantena – conclude – ma continuare a cucinare le mie ricette anche dopo. Staremo a vedere, anche se l’idea di continuare a far conoscere le eccellenze del territorio locale a chi nel territorio vive, omaggiando i prodotti che in esso nascono, ideando ricette che li valorizzino e che tranquillamente chiunque può realizzare a casa propria, potrebbe essere davvero una bella opportunità da sviluppare anche in seguito”.

Le aziende, che Federica riunisce sono Villa Pierotti Bagneschi (ortaggi e frutta), Federico Ricci (pioppino lucchese coltivato su ceppa), Dulu (prodotti lattiero caseari di capra), Guido Favilla (farine da grani antichi, paste, olio e cereali secchi), Stefano Baisi (prodotti lattiero caseari di mucca), Cristiano e Paolo Conforti (ortaggi e frutta), La Fabbrica delle Idee di Viareggio (ingredienti, utensili ed attrezzature per cucina e pasticceria), Costanza Stefania (apicoltura), Alessandro Rossi (uova da galline allevate a terra), Le delizie della famiglia Giorgi (prodotti lattiero caseari di pecora).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.