La fotonotizia di Lucca in Diretta

Porcari, il palazzo comunale si illumina di rosso contro la violenza alle donne

Iniziativa di sensibilizzazione dell'amministrazione

Il palazzo comunale di Porcari stasera (23 novembre) si è acceso di rosso.

Nella settimana del 25 novembre la casa di tutti si fa monito vivo contro la violenza verso le donne.
Un’iniziativa voluta dalla presidente del consiglio comunale, Francesca De Toffol, titolare anche della delega alle pari opportunità. E le donne dell’assise cittadina, di maggioranza e di minoranza, unite, hanno risposto sì all’appello.

“Rosso è il colore del sangue – si legge in un post apparso sulla pagina Facebook del Comune -. Lo stesso della panchina di piazza Orsi, lì a testimoniare ogni donna che, per il suo essere donna, oggi non c’è più. Come Vanessa Simonini, la ragazza di Gallicano che nel 2009 è stata strangolata da un uomo che non ha accettato un no come risposta. O come Vania Vannucchi, bruciata viva a Lucca, vicino all’ospedale Campo di Marte, dove lavorava. Episodi che fanno parte della coscienza collettiva di questa comunità, da ricordare – parola che significa ‘tenere nel cuore’. È importante che l’attenzione resti alta, soprattutto in questo anno così complesso, segnato da convivenze difficili e prolungate a causa delle misure restrittive per contrastare la pandemia di Covid-19″.

Anche quest’anno Porcari ha inoltre aderito alla campagna Pane, amore e… non violenza: perché, come si potrà leggere in questi giorni sulle buste del pane acquistato in paese, “per troppe donne la violenza è ancora pane quotidiano”.

Ecco i punti vendita dove poter trovare la busta contro la violenza sulle donne: panifici Pini, Ribechini, Toschi, Menconi, Pane e poi, pasticceria Toschi; alimentari Borelli, Aliment’Art, Mercatino Giannini, Antichi sapori, Artlatte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.