Quantcast

La fotonotizia di Lucca in Diretta

Da Herzog all’omaggio a Manfredi: parte il Lucca Film Festival foto

La manifestazione si apre con una selezione dedicata al grande maestro russo Aleksandr Sokurov

Dalla proiezione del documentario Cave of forgotten dreams di Werner Herzog, ai film del maestro russo Sokurov, fino all’omaggio a Nino Manfredi: il grande cinema è il protagonista della prima giornata di Lucca Film Festival e Europa Cinema, uno degli eventi di punta del panorama culturale realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, in partenza domani (1 ottobre) e fino all’11 a Lucca (tra il cinema Centrale e Astra) e on line sulle piattaforme MyMovies e Festival Scope.

Mantenendo sempre alta l’asticella sulla vetrina delle star internazionali e raccontando il cinema italiano con gli interpreti di ieri e di oggi con omaggi cinematografici, la prima giornata di festival si aprirà già nel primo pomeriggio con la selezione dedicata al grande maestro russo Aleksandr Sokurov. Al regista, che riceverà il premio alla carriera al cinema Astra sabato 2 ottobre sono dedicate le proiezioni di Toro (alle 15) e Il Sole (alle 21), rispettivamente i primi due capitoli della teatralogia sul potere, all’Auditorium Fondazione Banca del Monte. Alle 17,30 è in programma l’omaggio a Nino Manfredi, con la proiezione di Brutti, sporchi e cattivi di Ettore Scola.

Parallelamente alle 18, all’auditorium Vincenzo da Massa Carrara è in programma la proiezione di Cave of forgotten dreams di Werner Herzog. Questo appuntamento, che ci catapulta nelle profondità della grotta Chauvet, contenente 500 pitture rupestri, narrata dall’inconfondibile voce del regista, rappresenta una speciale collaborazione con la Fondazione Ragghianti, che inaugura un ciclo di incontri tra arte e cinema durante l’arco del festival.

“Come ogni anno – afferma il curatore Alessandro Romanini – la sezione Arte e Cinema del Lucca Film Festival e Europa Cinema si è posta come obiettivo quello di selezionare opere audiovisive che si distinguessero per l’uso originale ed efficace del linguaggio cinematografico applicato alla comprensione dell’opera d’arte e del processo creativo. Una perla è rappresentata dalla celebrazione della produzione di “Cave of Forgotten Dreams” diretto da Werner Herzog, che ci descrive quella che può essere una Cappella Sistina della preistoria: i dipinti rupestri della grotta Chauvet, risalenti a 32mila anni fa”.

 

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito su prenotazione (www.luccafilmfestival.it)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.