Quantcast

Lapideo, a Seravezza a manifestazione contro i morti sul lavoro

Nel settore lapideo, in Italia, sono morte sul lavoro 29 persone in sei anni. A Carrara cinque negli ultimi otto mesi. Le segreterie nazionali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno proclamato uno sciopero generale nazionale di 8 ore, giovedì (28 aprile) nel giorno della Giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro, per ricordare tutti i morti e proporre misure concrete perché si agisca per mettere fine a questa strage di lavoratori. Lo sciopero, la manifestazione e l’assemblea pubblica per la Toscana si terranno a Seravezza.

Il programma prevede un oncentramento in piazza Carducci alle 9,15. A seguire corteo a lutto, arrivo al teatro delle Scuderie Medicee dove ci saranno gli interventi. La mattinata si conclude con la presentazione di un documento di proposte dei sindacati da inviare alla Regione.
“Non vogliamo rassegnarci – dicono Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Toscana – siamo convinti che intervenendo con più controlli, collegando concessioni e autorizzazioni al rispetto delle norme sulla sicurezza, possiamo invertire questo triste primato. I lavoratori del lapideo dicono basta alle morti sul lavoro pretendono meno parole e più fatti. Le passerelle i giorni dopo l’incidente non servono ad evitare nuovi infortuni mortali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.