Lavori pubblici, protocollo per la sicurezza nei cantieri

Firmato questa mattina (10 ottobre) a Palazzo Orsetti il protocollo d’intesa dedicato alla sicurezza, alla trasparenza e alla legalità nei cantieri edili pubblici e privati. A sottoscrivere l’accordo, a Palazzo Orsetti, sono stati il sindaco Alessandro Tambellini, per Ance Toscana Nord Lorena Suffredini, la quale ha affiancato nel lavoro il presidente Stefano Varia oggi assente per improrogabili impegni lavorativi, le organizzazioni sindacali di categoria, in particolare: Alessia Gambassi per Fillea-Cgil, Giacomo Bondielli per Filca-Cisl e Francesco Romano per FeNeal-Uil.

Il patto nasce dalla consapevolezza che la sicurezza e la legalità sui luoghi di lavoro rivestono un ruolo fondamentale e che la crisi economica, negli ultimi anni, ha provocato notevoli difficoltà in particolare nel settore delle costruzioni. E’ necessario quindi, secondo gli enti firmatari, contribuire alla realizzazione di tutti i presupposti possibili che garantiscano legalità e trasparenza nel settore degli appalti. Proprio per questo, nell’accordo si sottolinea il ruolo strategico degli enti paritetici provinciali, dalla Cassa edile lucchese, alla Scuola edile ed al Comitato paritetico territoriale (Cpt) di Lucca, al fine di garantire la massima correttezza sul piano della regolarità contrattuale, della formazione professionale e della prevenzione degli infortuni.
Il protocollo d’intesa definisce quindi linee guida di comportamento sia per quanto riguarda gli appalti pubblici che gli appalti privati.
Per il primo comparto, tra i vari aspetti, il Comune si impegna a inserire nelle procedure di gara, ove possibile, elementi di valorizzazione della qualità della struttura aziendale come, per esempio, le misure aggiuntive di sicurezza oltre al rispetto ambientale che possano prevedere anche logiche di filiera corta o che tengano conto di materiali riciclati.
Si prevede che la Casse edile lucchese consulti, con cadenza almeno quindicinale, il sito del Comune di Lucca per la verifica dell’elenco di tutti i lavori pubblici aggiudicati nel territorio comunale. La Cassa inoltre si impegna anche alla verifica dei subappalti autorizzati in modo che l’ente possa estendere i controlli anche alle imprese subappaltatrici. I contratti di appalto stipulati con l’amministrazione comunale dovranno inoltre prevedere, tra le altre cose, il libero accesso al cantiere da parte del Cpt Lucca che, in virtù di una specifica convenzione con il Comune, garantirà il controllo periodico dei cantieri edili per una verifica costante del rispetto delle misure di sicurezza.
Tra i vari aspetti inseriti nel protocollo vi è quello che impegna il Comune ad escludere dai rapporti economici con l’amministrazione quelle imprese che risultino irregolari rispetto alla normativa contrattuale, previdenziale e assistenziale oltre che inadempienti agli obblighi di sicurezza fino alla completa regolarizzazione alle norme vigenti.
Per quanto riguarda gli appalti di natura privata, il protocollo prevede che il Comune provveda a comunicare alla Cassa edile lucchese tutti i lavori per cui è stato rilasciato il permesso a costruire o la Scia, indicando il committente, l’impresa e il luogo di esecuzione. La Cassa potrà così procedere ad una mappatura dei cantieri privati esistenti sul territorio comunale e, in collaborazione con il Cpt Lucca, saranno programmate le più opportune attività di visita preventiva e di controllo. Gli esiti delle verifiche saranno comunicati al settore di competenza del Comune e, in caso di irregolarità o impedimento all’accesso del cantiere, sarà attivata anche la polizia municipale.
A tutti i committenti che richiedano il permesso di costruire, o che comunichino l’inizio dei lavori ai sensi della normativa vigente, il Comune invierà l’opuscolo I rischi del proprietario, dépliant prodotto dal Cpt Lucca in collaborazione con i Cpt Toscani aderenti al coordinamento toscano del Cpt e alla direzione regionale Inail Toscana (il Comune si impegna a rendere disponibile l’opuscolo anche sul proprio sito internet).
Il Comune infine si impegna a informare imprese, professionisti e committenti riguardo al contenuto dell’accordo e a favorire ogni genere di iniziativa formativa sulla sicurezza oltre che a collaborare con gli enti di competenza sulle questioni che riguardano i controlli e la formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.
“La sicurezza e la legalità sui luoghi di lavoro sono argomenti molto delicati, sui quali l’attenzione deve sempre rimanere alta da parte di tutti – commenta il sindaco Alessandro Tambellini –. Questo accordo, dedicato in particolare al settore edile, esprime la volontà e l’impegno a garanzia di una sempre maggior vigilanza e trasparenza, azioni che potranno essere svolte grazie alla fattiva collaborazione degli altri soggetti firmatari che operano nel comparto”.
“Il protocollo firmato rappresenta un punto di arrivo importante anche perché è frutto di collaborazione con gli enti e con gli uffici di competenza – spiegano i rappresentanti sindacali Gambassi, Bondielli e Romano –. Un accordo importante che permette ai soggetti di competenza di vigilare sulla regolarità sia su appalti pubblici che privati. L’auspicio è che questo Protocollo, innovativo da molti punti di vista, possa essere preso come modello anche da altri comuni”.
“Lo spirito con cui ci siamo approcciati alla realizzazione del patto – aggiunge Varia, presidente di Ance Toscana Nord – è stato quello di tutelare le aziende locali che hanno saputo resistere alla difficile congiuntura economica degli ultimi anni. L’accordo nasce da un confronto approfondito ed è quindi frutto di una concertazione che mira a garantire una tutela sempre maggiore di quelle imprese che rispondono alle normative vigenti in tema di sicurezza e trasparenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.