Accordo Snai, ok dal referendum con il 98%

L’accordo Snaitech siglato tra azienda e organizzazioni sindacali lo scorso 16 maggio, a seguito delle assemblee dei lavoratori è stato sottoposto a votazione tramite referendum. Questi i risultati: i lavoratori addetti metalmeccanici nel gruppo risultano 337, di cui 10 nelle sedi di Milano, 21 a Roma e 306 a Porcari. I votanti complessivi sono stati 273. I sì 268 e i no 5.

“L’accordo è stato quindi approvato con il 98 per cento dei consensi – commenta Massimo Braccini, segretario regionale Fiom – cosa che non lascia spazi a nessuna interpretazione riguardo l’importanza dell’intesa che evita i licenziamenti e prova a dare una svolta di rilancio all’azienda garantendone l’occupazione. Siamo pienamente soddisfatti dell’esito del risultato che mette in evidenza un buon lavoro sindacale. La lunga ed estenuante vertenza è sempre stata accompagnata dal massimo coinvolgimento dei lavoratori e dalla democrazia. Questo sicuramente, oltre all’azione sindacale, è ciò che ha permesso di poter portare fino a conclusione positiva una vertenza in un settore così complesso. Adesso inizia il lavoro di monitoraggio e verifica dell’attuazione dell’accordo a seguito della firma definitiva che avverrà presso il ministero del lavoro nei prossimi giorni. Ringraziamo le lavoratrici ed i lavoratori Snaitech per il consenso ricevuto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.