Confagricoltura: “Siccità e gelo, gravi danni ai raccolti”

“Purtroppo rispetto alle previsioni, che già non erano rosee, il raccolto della stagione si è dimostrato ancora più ridotto. Anche le zone che sembravano essere state meno colpite ​ d​a gelate e siccità​ ​hanno registrato danni importanti e il raccolto è andato perduto. Stiamo parlando di un calo che riguarda la nostra regione di circa il 50 per cento della produzione rispetto alla media stagionale con punte fino all’80 per cento. Possiamo parlare di circa 250 mila quintali di produzione in meno che equivalgono a circa 25 milioni di euro persi. Il prodotto più colpito è la mela con il 35 per cento di danni per la produzione di mele ‘precoci’ e il 60 per cento per le mele tardive”. E’ quanto dichiarato da Antonio Tonioni, presidente della sezione di prodotto ​o​rtofrutta di Confagricoltura Toscana, che fa il bilancio del raccolto. “Attendiamo la formalizzazione dello stato di calamità da parte della Regione Toscana già molto in ritardo rispetto alla situazione ormai compromessa di numerose aziende del territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.