Ponte a Moriano, si amplia il centro commerciale naturale

Il centro commerciale naturale I paesi del ponte, a Ponte a Moriano, viene ampliato. E’ stata infatti approvata dalla giunta comunale la delibera che ne ridisegna i confini. Da oggi il comprensorio economico composto dalle frazioni di Ponte a Moriano, Saltocchio, Sesto di Moriano e il Morianese, Vinchiana, Piaggione viene ingrandito aggiungendo anche tutti i paesi della Brancoleria, Mastiano e Aquilea. Tutta la zona costituisce un’importante area “cerniera” con la media valle del Serchio distribuita su un tessuto urbanistico molto articolato e vivo, ricco di piccole realtà produttive sia artigianali che agricole, negozi e botteghe tradizionali di prossimità, attività di somministrazione e ristorazione che devono essere tutelate. Il provvedimento è stato pensato e condiviso assieme alle associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti e costituisce il primo passo per poter attuare ulteriori azioni di sostegno e di visibilità per questa rete economica locale, diffusa e importante per il mantenimento della residenzialità nelle frazioni periferiche, con tutti i benefici per il territorio che ne scaturiscono.

“L’amministrazione comunale conferma l’impegno per tutelare il commercio tradizionale anche nelle zone più periferiche verso le quali è orientata in modo più spiccato la mission dei Centri commerciali naturali previsti dal codice del commercio voluto dalla Regione Toscana nel 2005 – ha dichiarato l’assessore allo sviluppo economico Valentina Mercanti -. Il valore di presidio di queste attività, indispensabili per la buona salute del nostro territorio, deve essere chiaro a tutti in quanto svolge una funzione sociale e aggregativa per i residenti e costituisce un indicatore immediato di sviluppo e di qualità della vita di tutta l’area. “Il centro commerciale naturale I Paesi del Ponte attraverso le voci dei suoi soci aveva espresso già dalla sua costituzione nel 2009 la necessità di un allargamento alle frazioni collinari – ha dichiarato il presidente del Ccn Giampiero Micheli – . E’ sempre stata nostra premura coinvolgere tutte le attività, le aziende agricole e le associazioni appartenenti ai paesi e alle frazioni vicine a Ponte a Moriano. Siamo soddisfatti che sia stata finalmente accolta la nostra richiesta, diamo atto all’amministrazione comunale di aver lavorato nella nostra stessa direzione. Il futuro per le nostre attività e i nostri territori ha così un’ opportunità in più”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.