Quantcast

Pulizia delle scuole, prorogato l’appalto

Importanti novità arrivano in merito agli appalti di pulizia e sorveglianza delle scuole del territorio. Si è tenuto oggi (31 gennaio) infatti nella sede dell’ufficio scolastico regionale di Lucca e Massa Carrara un incontro in cui è stata decisa la proroga fino al giugno 2019 dell’appalto Scuole belle. Inoltre, l’incontro ha rappresentato anche l’occasione per annunciare lo sblocco di circa 1,5 milioni di euro per il 2018 da destinare a questo specifico settore in provincia di Lucca. Per poter accedere a queste risorse, ogni istituto dovrà presentare un’apposita domanda.

Come spiega il rappresentante di Uil trasporti Massimiliano Bindocci “il personale in appalto in lucchesia è costituito da circa 150 donne della ditta Dussmann. Personale dato in subappalto prevalentemente alla ditta Auriga e che ha subito forti tagli nell’ultimo cambio di appalto. Riduzione che si cercò di arginare con una banca ore complessa”.
“In questi giorni – prosegue Bindocci – ci sono stati dei cambiamenti importanti: il modo per recuperare le ore perse con il cambio di appalto era stato fin qui fallimentare. Adesso il progetto Scuole belle in cui rientra anche la gestione della pulizia e della sorveglianza è stato modificato e prorogato”.
Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, dopo le novità derivanti da un accordo nazionale, hanno chiesto un incontro con il dirigente dell’ufficio scolastico Donatella Buonriposi per stimolare i dirigenti degli istituti scolastici lucchesi ad un utilizzo dei fondi messi a disposizione che, per la provincia di Lucca, ammontano a circa un milione e mezzo di euro per il 2018. L’obiettivo è migliorare il servizio e consentire al personale di poter lavorare per un numero maggiore di ore.
Durante l’incontro, è stato anche richiesto di programmare i servizi con orari compatibili con l’organizzazione del lavoro delle ditte in appalto.
“Ora bisogna vendere se le richieste saranno presentate per tempo, e poi capire cosa sarà finanziato, e come le aziende si organizzeranno – ha concluso Bindocci -. Dunque c’è una opportunità di alleviare il dramma dei tagli negli appalti storici, sta ora ai dirigenti scolastici attivarsi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.