Quantcast

L’artigianato toscano alla “conquista” della Cina

Per il secondo anno consecutivo Artex, il Centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana, torna in Cina alla Shenzhen International Furniture Exhibiton, un’importante fiera dedicata al settore dell’arredo in programma dal 19 al 22 marzo. Artex ha infatti curato ancora una volta il padiglione italiano: circa 800 metri quadrati, il doppio rispetto allo scorso anno. Un appuntamento attesissimo che richiama migliaia di persone da tutta la Cina e da tutto il mondo. Lo scorso anno i visitatori superarono la quota dei 100mila e le aziende partecipanti furono oltre 400. Quest’anno saranno 22 i brand che porteranno il Made in Italy in una città che conta quasi 12 milioni di abitanti e che da 33 anni è punto di riferimento mondiale per l’arredo.

“Artex ha tra i suoi obiettivi accompagnare e sostenere le imprese nei percorsi di internazionalizzazione per valorizzare al meglio il sapere artigiano, un valore aggiunto fondamentale che ci distingue nel mercato globale – dichiara Giovanni Lamioni, presidente di Artex – Per il settore casa, il mercato cinese è punto di riferimento mondiale, da cui nessun progetto promozionale può prescindere. Il padiglione italiano all’interno della Shenzhen International Furniture Exhibiton va in questa direzione. È un’opportunità unica per tutto il sistema dell’artigianato artistico. Diamo alle imprese la piattaforma comune con cui presentarsi sul mercato, ognuna con la propria identità ma valorizzate reciprocamente dalla forza del brand Made in Italy”.
Nei giorni della fiera, le aziende artigiane saranno coinvolte anche in un’altra importante iniziativa: la Shenzhen Design Week, un ricco calendario di eventi, incontri e seminari dedicati al mondo dell’arredo e del complemento. Al termine della manifestazione, Artex coordinerà inoltre una serie di B2B nello showroom del Guangdong con alcune delle aziende partecipanti per completare e rafforzare i rapporti commerciali nati dalla fiera. All’evento di presentazione del sistema produttivo del mobile sarà presente anche la Regione Toscana​.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.