Consorzio, proseguono gli scavi al condotto pubblico

Proseguono i lavori del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord per la riqualificazione e la messa in sicurezza del Pubblico condotto lucchese: una delle arterie idrauliche più importanti e maestose del nostro territorio, da secoli intrinsecamente legata allo sviluppo economico e sociale della città, nonché alla sua sicurezza idraulica. E che ancora oggi, continua ad essere fondamentale per l’approvvigionamento di campi ed industrie e, adesso, anche per lo scolo e l’allontanamento delle acque piovane, in particolare durante la stagione delle piogge.

Sono partiti in questi giorni due nuovi importanti cantieri, nei tratti del Centro storico e in quello che da San Marco arriva fino agli stabilimenti dell’ex Cantoni. Verranno realizzati lavori di scavo volti a ripulire l’alveo del fosso; un intervento molto importante per la sicurezza idraulica, dato che è prevista l’asportazione di rifiuti e residui solidi dallo strato superficiale del terreno. Il cantiere si articolerà, per alcune settimane, a periodi alterni: questo per non interrompere mai del tutto, e in maniera continuativa, il flusso del pubblico condotto e la sua attività irrigua.
Complessivamente, il Consorzio ha investito sul Pubblico condotto quasi 600mila euro: sono infatti stati completati i lavori per il recupero dei muretti e delle mezzane nel Centro storico; in autunno, infine, verrà completato lo sfalcio anche del tratto più a monte, dall’ex Cantoni fino alla presa col Serchio.
“La sicurezza genera bellezza – ricorda il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – Se questo vale per tutte le opere che il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord realizza sul territorio, ciò è ancora più vero per l’intervento che l’Ente consortile sta portando avanti sul Pubblico Condotto lucchese: che sta tornando, infatti, al suo splendore. La competenza della sua manutenzione è stata affidata al nostro enste da due anni. E abbiamo quindi deciso di investire risorse importanti per le opere di scavo. Il prossimo anno saranno stanziate ulteriori risorse per completare lo scavo nel tratto dall’ex Cantoni fino a San Pietro a Vico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.