Quantcast

Unicoop Tirreno, al Mise si tratta sul piano aziendale

Riapertura del confronto con i sindacati su un’ipotesi di rilancio dell’azienda che superi la proposta presentata ai lavoratori i primi di settembre. La richiesta, partita dal ministero dello sviluppo economico e sostenuta dalle istituzioni, è giunta al termine dell’incontro per Unicoop Tirreno svoltosi questa mattina (26 settembre) al Mise in concomitanza con lo sciopero. A Roma, attorno al tavolo, il consigliere del presidente Rossi per il lavoro Gianfranco Simoncini per la Regione Toscana e rappresentanti di Umbria e Lazio, le altre regioni dove Unicoop Tirreno è presente, le organizzazioni sindacali e l’azienda. 

Ripartire da zero, quindi, per un confronto a tutto campo sul futuro dell’azienda. Simoncini ha ribadito l’interesse della Regione Toscana per Unicoop Tirreno che rappresenta una delle più importanti realtà, sia dal punto di vista dell’occupazione che della distribuzione. Un’azienda, ha sottolineato il consigliere, che ha la sua sede amministrativa a Riotorto, nel Comune di Piombino e quindi in un’area di crisi dove da tempo si sta lavorando per il rilancio. E’ anche per questo motivo che Simoncini, anche a nome del presidente Rossi, ha ribadito che la Regione è pronta a fare la sua parte per favorire il rafforzamento e il rilancio dell’azienda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.