Uil: “Contratti applicati a insaputa dei lavoratori”

“Ci sono anche in provincia di Lucca aziende che applicano al personale, ignaro di tutto, contratti nazionali stipulati da sindacati non rappresentativi e associazioni datoriali sconosciute. Non è libertà sindacale, questo è dumping sociale e da parte nostra scatta subito la vertenza e la segnalazione a ispettorato del lavoro e Inps per il recupero dei contributi”. E’ la denuncia della Uil di Lucca che segnala così il “gioco al ribasso sulla pelle dei lavoratori” che si verifica anche in diverse aziende del territorio.

“Non è una questione delle sigle sindacali o delle associazioni che sottoscrivono tali documenti a livello nazionale – prosegue la segretaria della Uil Lucca – ma l’assoluta mancanza del rispetto delle regole e delle persone. Il fatto che alcune di queste organizzazioni datoriali cerchino delle sponde politiche non ci stupisce ma ci preoccupa che qualcuno gliele offra”. Sigle e associazioni che nascono all’improvviso e sottoscrivono accordi addirittura nazionali che non rispettano i diritti dei lavoratori: “I fautori di questi comportamenti parlano di libertà sindacale ma, secondo noi, in realtà si tratta di dumping sociale in quanto si propone di fatto ad aziende di applicare al personale contratti nazionali che prevedono un costo del lavoro ridotto, facendo concorrenza alle altre imprese sul trattamento riservato a chi lavora. Ci sono delibere del Ministero che contestano la validità di tali pratiche e, per quanto ci riguarda, ogni volta che s incontra queste situazioni è automatica la vertenza e la segnalazione all’ispettorato del lavoro ed all’Inps per il recupero dei contributi. Serve chiarezza sulle forme contrattuali – conclude la Uil di Lucca – e lanciamo un appello a tutte le istituzioni, partendo dal Comune, affinché si facciano portavoce di questo problema a tutti i livelli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.