Ridolfi: “Un tavolo tecnico sul Pubblico condotto”

Un tavolo fra Consorzio di bonifica, Genio Civile, Provincia e Comune di Lucca per il livello dell’acqua nel pubblico condotto. A chiederlo è il presidente del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, Ismaele Ridolfi. “L’eccessiva altezza del livello e, in alcuni casi, anche la velocità dell’acqua – dice Ridolfi – funzionali alle centraline idroelettriche presenti, stanno creando problemi significativi per la manutenzione del Pubblico Condotto e per la tenuta delle sponde in muratura di questa importantissima arteria idraulica, in particolare nell’area a nord del Centro storico di Lucca. Criticità, tra l’altro, da tempo evidenziate dai cittadini della zona. Per questo, invitiamo tutti gli enti interessati ad un’iniziativa comune, al fine urgente di condividere ogni accorgimento possibile, utile alla risoluzione di questa problematica: per la sicurezza idraulica del territorio”.

“Agli enti preposti – sottolinea Ridolfi – vogliamo segnalare che l’eccessivo livello e velocità dello scorrimento, da tempo registrati, stanno creando sempre maggiori criticità per l’effettuazione della manutenzione che il Consorzio realizza ogni anno sul canale, e per la tenuta stessa delle sponde in muratura e dell’infrastruttura. Occorre quindi pensare ad azioni concrete, volte alla riduzione, appunto, di livello e velocità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.