Cantiere digitale, 50 imprese aderiscono al progetto pilota

Una cartella virtuale dove conservare, per poter poi ritrovare più velocemente, tutta la documentazione sulla sicurezza in cantiere. È questo il Cantiere digitale, portale entrato nella sua fase operativa e ideato dall’ente Scuola edile Cpt Lucca, per offrire alle aziende uno strumento accessibile anche attraverso tablet, condiviso da tecnici e committenti, ognuno nei limiti delle proprie competenze, per seguire la gestione del lavoro. 

Il progetto, realizzato grazie al finanziamento della Fondazione Crl e promosso dal Gruppo edili della Regione Toscana, dagli organi di controllo della Provincia di Lucca e dalle parti sociali territoriali, è stato accolto e recepito anche in altre realtà toscane come Massa Carrara, Pisa e Livorno: per tutte le imprese aderenti, una cinquantina, dalla prossima settimana inizieranno le 6 giornate di formazione all’uso del portale, alle quali seguiranno alcune ore di consulenza diretta in azienda da parte di addetti delle varie scuole edili territoriali di riferimento. “Le imprese che hanno aderito al Cantiere digitale – spiegano Simone Bianchi e Gabriele Gerini, presidente e vice della Scuola edile Cpt Lucca – sono soprattutto di piccole dimensioni, con la necessità primaria di alleggerire la produzione cartacea dei documenti da portare di cantiere in cantiere e risolvere il problema della loro conservazione”. Perché “snellire la gestione burocratica della sicurezza – aggiunge Corrado Bernardi, responsabile della sicurezza dell’ente Scuola edile Cpt Lucca – significa lasciare alle aziende più tempo e attenzione da dedicare a quella reale”. Il Cantiere digitale è aperto a tutta la filiera dell’edilizia e le adesioni proseguono: le informazioni tecniche sul funzionamento e le modalità di partecipazione al progetto sono disponibili alla Scuola edile Cpt Lucca, in via Fornacette 458.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.