Futuro centri per l’impiego, summit in Provincia

Futuro dei centri per l’impiego: positivo il confronto tra Regione, Provincia, rappresentanti dei Comuni, sindacati e lavoratori
Tutelare i lavoratori e non disperdere il bagaglio di professionalità maturato in tanti anni di attività. Sono questi gli obiettivi che Regione, Provincia e Comuni del territorio si sono dati per affrontare la situazione del futuro professionale del personale dei Centri per l’impiego.

Temi e obiettivi che sono emersi anche ieri, giovedì 23, nel corso dell’incontro a Palazzo Ducale, al quale hanno partecipato l’assessore regionale con delega alle politiche per il lavoro, Cristina Grieco, i consiglieri regionali Stefano Baccelli e Ilaria Giovannetti, il consigliere provinciale, Nicola Boggi, il sindaco di Barga, Marco Bonini, il vicesindaco di Viareggio, Valter Alberici, il sindaco di Castelnuovo Garfagnana Andrea Tagliasacchi, il consigliere comunale di Lucca con delega al lavoro, Roberto Guidotti, intervenuti in rappresentanza dei comuni dove ci sono gli sportelli dei centri per l’impiego. Presenti inoltre anche i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil e i lavoratori.
“L’incontro è servito per fare chiarezza e per approfondire ulteriormente la problematica – spiegano Boggi e Guidotti – Oltre al protocollo tra Regione Toscana e rappresentanze sindacali, firmato proprio nei giorni scorsi, è in atto un confronto con le associazioni di categoria e con gli stessi lavoratori, affinché vengano chiarite le diverse posizioni e venga trovata la soluzione migliore per tutti. L’assessore regionale ieri ha dato rassicurazioni precise: l’obiettivo è non lasciare nessuno a piedi e trovare la formula migliore per valorizzare queste figure. Inoltre abbiamo ribadito i tre punti contenuti anche nella mozione presentata in consiglio regionale dal consigliere Baccelli: evitare la preselezione; prevedere che almeno una parte dei posti disponibili da concorso siano riservati a chi già da tempo opera nei centri per l’impiego; individuare criteri premianti come ad esempio un punteggio dedicato a valorizzare l’esperienza maturata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.