Integrativi, giudice del lavoro dà ragione a Ctt

Nuovi contratti integrativi e accordi economici per i lavoratori Ctt Nord: con le ultime due sentenze del 27 e del 29 maggio scorsi il giudice del lavoro ha nuovamente ritenuto legittimo il comportamento della società dei trasporti che ha dato disdetta a tutti i vecchi accordi economici e integrativi prima in vigore nelle società di Pisa, Lucca, Livorno poi confluite nella stessa Ctt Nord, condannando, anche stavolta, i ricorrenti a rifondere consistenti spese di lite.

“È questo ormai l’orientamento delle 5 sentenze pronunciate in questi anni dai giudici del lavoro di Pisa, Lucca e Livorno e – spiega Ctt Nord – confermate dall’unica pronuncia della Corte di Appello di Firenze nel respingere il ricorso promosso da centinaia di lavoratori che in sostanza chiedevano, con l’assistenza delle rispettive sigle sindacali, di annullare l’atto unilaterale con il quale l’azienda, dal marzo 2014, ha introdotto un regime normativo e retributivo nuovo e uguale per tutti. Dopo aver tenuto in piedi una trattativa lunga e sofferta, che aveva portato a blocchi del servizio a Pisa e Livorno con intervento dei Prefetti e della Procura, la Società si auspica che questi ultimi pronunciamenti mettano definitivamente fine al durissimo braccio di ferro, che si trascina ormai da anni e che ha visto fallire anche le due ipotesi successive di accordo sottoscritte con fatica nella primavera 2017 e 2018 da alcune organizzazioni sindacali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.