Quantcast

Flora Toscana, vendite record per la festività dei Santi

Per Flora Toscana si conclude con nuovi record di volume il periodo di vendita che riguarda la festività dei Santi.
Il presidente del consiglio d’amministrazione, Paolo Batoni, racconta così i dati: “Questo momento – dice – è un pssaggio fondamentale dell’anno, sia per l’importanza che il prodotto principe della festività, il crisantemo, riveste per molti dei soci della cooperativa, sia per la gestione delle elevatissime quantità di prodotto che devono essere trattate in pochissimi giorni”.

Solo per questa ricorrenza, sono circa 4 milioni di steli, di cui oltre 2,2 milioni di crisantemi, che Flora Toscana ha venduto in tutto il mercato nazionale, sia sui canali più tradizionali che della grande distribuzione. Al fiore reciso si aggiungono oltre 300mila vasi di piante e le fronde verdi utilizzate nella composizione di mazzi misti.
Numeri importanti che consentono di superare i dati storici e di consolidare una annata economica che fino ad oggi si era già presentata positivamente, sia in termini di volume sia di copertura del mercato nei vari settori di attività della cooperativa.
In questo contesto di crescita Flora Toscana ha iniziato a sfruttare in maniera sempre più importante anche l’investimento nelle nuove strutture, certamente strategiche per poter cogliere le comunque sempre presenti opportunità che esistono in un mercato ancora caratterizzato da non poche difficoltà.
Questo momento dell’anno è unico per noi, non solo per le caratteristiche organizzative e gli sforzi che si richiedono per la gestione di questi volumi in poco tempo, ma anche perché in queste giornate emergono con forza i valori fondanti della nostra cooperativa e tutti i componenti del gruppo, soci e dipendenti, apportano con passione il proprio contributo per affrontare al meglio la situazione”, commenta Simone Bartoli, direttore di Flora Toscana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.