Smart hospital del futuro, convegno in Confindustria con Cisa Group

Cisa Group, la società lucchese che sta acquisendo una importante leadership tecnologica e digitale nel mondo della sterilizzazione ospedaliera, ha organizzato un workshop in Confindustria Toscana Nord con la professoressa Veronica Vecchi e l’avvocato Velia Leone, le massime esperte italiane di partenariato pubblico privato. Negli ultimi mesi Cisa Group ha sviluppato soluzioni uniche per il risparmio energetico in ospedale, la digitalizzazione della logistica e la piena integrazione della centrale di sterilizzazione con il blocco operatorio dell’ospedale, nell’ottica di quello che oggi viene chiamato lo smart hospital del futuro, e in piena sintonia con i principi dell’industria 4.0.

Il presidente di Confindustria Toscana Nord Giulio Grossi ha aperto i lavori con un saluto a Cisa e alla Sds Bocconi, complimentandosi con l’azienda lucchese per la sua capacità di puntare alla formazione e alla ricerca come leve per una crescita globale basata sui veri principi dell’innovazione, così tipici del mondo Faper Group, di cui Cisa Group fa parte, e che comprende anche gioielli tecnologici come Futura e, in parte, Perini Navi.
La professoressa Vecchi e l’avvocato Leone hanno invece spiegato in dettaglio agli oltre 30 partecipanti del team Cisa Group le modalità con le quali l’innovazione tecnologica può diventare la base di progetti di partenariato pubblico privato con le aziende ospedaliere pubbliche, per l’introduzione di soluzioni innovative per l’efficienza e l’efficacia delle cure, soprattutto quando l’ultimo beneficiario è il paziente. Non a caso Cisa Group ha recentissimamente cambiato il proprio payoff, adottando, dopo un attento sondaggio presso i propri dipendenti, lo slogan We care about life: ci teniamo alla vita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.