Cardella, nuovi scioperi per rinnovo contratto integrativo

Si fa sempre più dura la vertenza per il rinnovo del contratto integrativo delle cartiere Cardella. Come ricordano i sindacati, in meno di un mese sono stati indetti 8 scioperi che hanno portato al completo fermo produttivo delle due macchine continue. Altri giorni di protesta sono già in programma. Nella riunione di ieri (21 novembre) la Rsu della cartiera e le segreterie di Slc Cgil e Fistel Cisl hanno valutato altre iniziative da accompagnare ai nuovi scioperi.

“Sono state valutate iniziative – spiegano i sindacati – che alzino l’attenzione della comunità e delle istituzioni del territorio sulla vertenza e iniziative che possano, vista la indisponibilità aziendale a riprendere il confronto, intervenire su alcune problematiche aperte e non rinviabili ancora per molto”. I temi della vertenza sarebbero infatti il rinnovo del contratto integrativo aziendale per ridurre i carichi di lavoro con gli adeguamenti degli organici, migliori condizioni di sicurezza per ridurre il rischio di infortuni e l’insorgere di malattie professionali, la garanzia di quanto previsto dai precedenti accordi in materia di ferie e diritti, il riconoscimento delle professionalità e il rinnovo dell’accordo sul premio di risultato con adeguamento economico. “Auspichiamo che l’azienda stia riflettendo sulla scelta fatta di rompere il tavolo della trattativa e presti la dovuta attenzione alla protesta pacifica ma decisa dei suoi lavoratori – concludei in sindacati -. Protesta destinata a continuare fino a quando non prevarrà nell’azienda la consapevolezza che il dialogo è preferibile allo scontro, che non sono le azioni autoritarie a risolvere i problemi aperti. Sta innanzi all’azienda decidere se vuole un clima costruttivo. La Rsu e le organizzazioni sindacali, unitamente ai lavoratori, continueranno a lottare e a chiedere la riapertura del confronto per tutto il tempo che sarà necessario a ottenerlo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.