Corpo Guardie di Città rinnova il parco mezzi con un occhio di riguardo per l’ambiente

I nuovi mezzi sono già operativi

È un dato di fatto che la percentuale più alta di polveri sottili nell’aria derivi dal traffico cittadino visto che la loro concentrazione è più alta nelle aree urbane. Per ridurre l’inquinamento è necessario mettere in campo azioni integrate su più fronti che consistano, innanzitutto, nell’accelerazione della conversione del parco veicolare in modo che sia sempre meno inquinante. È con questo obiettivo che l’istituto di vigilanza privata Corpo Guardie di Città, attivo anche in provincia di Lucca, ha deciso di rinnovare il proprio parco mezzi, acquistando dei veicoli a minor impatto ambientale.

Da gennaio 2020, in occasione dei 20 anni dalla fondazione della società, è stato deciso di dotare il parco auto di sole vetture Ford Fiesta Titanium TDCi spinte da efficienti e silenziosissimi motori Euro 6.2 che garantiscono maggiore efficienza dal punto di vista dei consumi e delle emissioni inquinanti rispetto a un “normale” Euro 6 .

Corpo Guardie di Città ha scelto queste autovetture perché sono all’avanguardia dello sviluppo tecnologico grazie a questa nuova generazione di propulsori diesel Euro 6.2 che non sono soggetti ad alcun tipo di restrizione o limitazione per la circolazione nei centri urbani perché producono pochissimo CO2 e le più basse emissioni di polveri sottili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.