Le posate? Per lo chef stellato la scelta è made in Lucca

Sarà la Bettisatti srl a personalizzare gli oggetti che andranno ad accompagnare i piatti del ristorante torinese di Fabrizio Tesse

Una giovane impresa lucchese è stata scelta dallo chef stellato Fabrizio Tesse per personalizzare le posate del suo ristorante. Al Carignano del Grand hotel Sitea di Torino i nuovi oggetti di valore creati dalla Bettisatti srl, il cui valore è riconosciuto in tutto il mondo, affiancheranno i piatti del giovane già secondo di Cannavacciuolo.

Si tratta di uno dei principali riconoscimenti per un’impresa giovane, costituita dalla designer Donata Mariasole Betti, dall’architetto Valentina Satti e dall’ingegnere aerospaziale Michele Citti che hanno scommesso su originalità e qualità accompagnate alla funzionalità come elemento essenziale. Nati nel 2013 come studio di architettura, negli ultimi anni hanno deciso di creare uno studio di progettazione subito fuori le mura di Lucca che si confronta con diverse scale di progetto, “dal cucchiaio alla città”, creando spazi per l’arte e per l’abitare, seguendo un processo di sperimentazione scaturito dal confronto tra professionalità diverse.

Diverse linee e collezioni fanno già parte del ventaglio di produzioni dello studio, tutti destinati ad un mercato di alto livello che va dagli alberghi, ai ristoranti, al settore navale di lusso: cum vivere (dove tavoli di marmo e vasi-alzate con intarsi di pietre naturali e metalli preziosi affrontano il tema della convivialità), sapio (tris di posate in acciaio che fondono linee di diverse culture) isoipsa (totem aperitivo, totem cucina e tagliere), intarsia (intarsi e mosaici marmorei completamente personalizzabili).

Condivisione, non spreco e sperimentazione sono i temi che identificano il nostro studio – dicono i proprietari – che si concretizzano lavorando con artigiani del territorio che usano macchinari a controllo numerico. Seguiamo tutta la fase di creazione dei nostri prodotti, dalla progettazione all’affiancamento degli artigiani che ne eseguono la realizzazione. In questo modo siamo in grado di garantire una qualità di altissimo livello. Ed una personalizzazione sempre più richiesta. Per noi è di assoluta importanza anche il tema della sostenibilità. Per questo portiamo avanti progetti consapevoli, dove anche la scelta del materiale e la sua provenienza sono fondamentali”.

Nonostante i primi importanti successi, le idee in cantiere alla Bettisatti srl sono molte, sempre nella direzione di un prodotto di alto standard, dove il minimalismo sia legato più alla funzionalità del prodotto che alla sua estetica. “L’idea è quella di studiare sempre nuove collezioni – continuano – dove i materiali privilegiati siano ancora legno, marmo e acciaio inox. Li presenteremo alle fiere di settore, ma anche attraverso altri canali che si sono aperti in questo ultimo anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.