Quantcast

Coronavirus, Confindustria propone al Comune di Viareggio il posticipo dei pagamenti di Imu e Tari

"Occorre - dice Confindustria - un forte sostegno da parte del governo e delle Regioni"

Avrebbe dovuto essere consegnato al sindaco di Viareggio durante l’incontro indetto per questa mattina (5 marzo)  il documento predisposto da Confindustria Toscana Nord.

Scopo della riunione, annullata dopo i provvedimenti governativi della tarda serata di ieri, era di informare le categorie produttive su come, in Versilia, si stesse gestendo l’emergenza coronavirus.

“Volendo comunque rappresentare le istanze delle industrie – scrive in una nota Confindustria – la memoria è stata inviata al Comune. Katia Balducci, in qualità di componente del consiglio generale di Confindustria Toscana nord, ne sintetizza i contenuti e le richieste”.

“Abbiamo analizzato la situazione in cui versano le nostre imprese – commenta Balducci – e se alcune sono immediatamente esposte ai danni del Coronavirus, altre ne aspettano l’onda, che non tarderà arrivare. Per conto  non solo del mio settore, la nautica, ma della meccanica, dell’edilizia, dei servizi e del turismo aderenti a Ctn, abbiamo precisato che le imprese non potranno uscire da sole da questa emergenza“.

“Occorre – continua Balducci – un forte sostegno da parte del governo e delle Regioni  per quanto di loro competenza, affinché siano mantenuti i livelli occupazionali e per non cedere quote di mercato che poi sarebbe difficilissimo poter recuperare. Il nostro documento indica una serie di azioni che Confindustria, a livello nazionale ma anche locale, considera fondamentali in questa fase”.

“Al sindaco – prosegue – abbiamo chiesto non solo solidarietà, ma anche interventi concreti: in particolare, a livello locale abbiamo proposto di valutare l’ipotesi di posticipare di almeno due mesi le scadenze per il pagamento di Imu e Tari. Inoltre, per quanto riguarda gli avvisi di pagamento Tari per annualità pregresse su specchi d’acqua e banchine in concessione ai cantieri navali, si invita l’amministrazione comunale ad accogliere le richieste di annullamento degli avvisi a seguito della dimostrazione degli stessi della prevalente e continuativa produzione di rifiuti speciali su tali aree, al cui smaltimento provvedono a proprie spese”.

Per quanto riguarda il futuro, anche prossimo, Balducci lancia un messaggio di responsabilità e fiducia: “Siamo già al lavoro per migliorare e potenziare l’evento Yare rinviato al mese di novembre, e a strutturare il Versilia yachting rendez vous a maggio. Sono iniziative su cui alcuni settori economici, soprattutto nautica e turismo, collaborando per favorirne la miglior riuscita, potranno dare una importante e ritrovata visibilità oltre che al settore a Viareggio e alla Versilia. Le aziende – conclude – garantiranno tutto l’impegno produttivo e lavorativo auspicando anche una comunicazione meno aggressiva e sensazionalistica che ulteriormente rischia di esasperare una situazione già complessa e compromessa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.