Quantcast

Emergenza Covid-19, commercialisti chiedono piano Marshall fiscale

L'ordine propone di concedere più ampio respiro a imprese, professionisti e dipendenti

“È necessario che il governo, in questa emergenza economica causata dal coronavirus, adotti una serie di interventi per dare più respiro alle imprese”.

Ad affermarlo è Carla Saccardi, presidente dell’ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili della provincia di Lucca che, sulla scorta della linea concordata proprio in queste ore dal consiglio nazionale dell’Ordine e da Confindustria, sottolinea la volontà delle due organizzazioni di sottoporre al tavolo del governo un piano Marshall fiscale per aiutare “tutte le imprese del territorio colpite da questa emergenza e non solo quelle che hanno a che fare col turismo“.

Questi, in buona sostanza, i provvedimenti che i commercialisti chiedono al governo: sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari contributivi ed assistenziali; sospensione dei versamenti derivanti dalle cartelle di pagamento; sospensione della riscossione coattiva; sospensione di tutti i termini processuali tributari; riduzione della base imponibile su cui commisurare la ritenuta a titolo di acconto dell’irpef per i lavoratori autonomi; incremento del limite annuo per la compensazione dei crediti tributari; previsione per tutte le società di poter approvare il bilancio almeno entro il termine di 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale.

“Si tratta – spiega Carla Saccardi – di proposte fatte allo scopo di concedere più ampio respiro sia alle imprese, sia ai professionisti, sia ai dipendenti. Misure che, peraltro, potranno costituire la base di partenza per interventi futuri mirati al rilancio dell’economia. Interventi sicuramente necessari a fronte delle gravi ricadute economiche che si stanno registrando in tutto il Paese”.

Il messaggio della presidente Saccardi non si limita soltanto all’elencazione delle richieste per il governo nazionale, ma si rivolge anche agli imprenditori. “Anch’essi, ovviamente, dovranno fare la loro parte per cercare di capire come affrontare le prossime settimane e i prossimi mesi. Ad esempio, valutando  nel modo più obiettivo possibile tutti i rischi aziendali, con riferimento ai dipendenti, al settore produttivo, alle vendite, alla finanza aziendale”.

“Insomma – conclude la presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili della provincia di Lucca – il mio auspicio è che tutti gli attori in campo, dai rappresentanti delle istituzioni a quelli dell’imprenditoria, dovranno cercare di volgere a proprio favore, o quanto meno arginare, questo momento buio della nostra economia e della vita del nostro Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.