Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Unicredit, un pacchetto emergenza per privati, Pmi e imprese

Il gruppo amplia a tutto il territorio nazionale le misure già adottate per sostenere famiglie e attività delle iniziali 'zone rosse'

UniCredit amplia il suo pacchetto emergenza a tutta l’Italia e lo integra con ulteriori misure di sostegno. Questa iniziativa si aggiunge alle misure precedentemente comunicate dalla banca e a quelle annunciate dal Governo con il decreto Cura Italia per affrontare l’emergenza Covid-19.

In particolare UniCredit offrirà, per i clienti privati, la sospensione del rimborso sulla quota capitale delle rate dei mutui fino a 12 mesi.

Per i clienti Pmi, oltre alle misure annunciate dall’Abi, associazione bancaria italiana, e pienamente in linea col decreto, Unicredit offrirà finanziamenti aggiuntivi, pari ad almeno il 10 per cento dell’utilizzato in essere, attraverso la rinegoziazione e/o il consolidamento del debito e con la garanzia del Fondo centrale di garanzia.

Per gli altri clienti imprese, sono previsti finanziamenti a medio-lungo termine: sospensione del rimborso sulla quota capitale delle rate per tre-sei mesi, con possibilità di proroga fino a un massimo di 12 mesi; proroga delle linee di import fino a 120 giorni, finalizzata a supportare la gestione del capitale circolante e la concessione di linee di credito di liquidità con durata sino a 6 mesi.

Remo Taricani, Co-Ceo commercial banking Italy di UniCredit, ha dichiarato: “Siamo sempre stati fortemente impegnati nei confronti delle comunità locali e ci siamo per aiutarle anche in questi momenti così difficili: vogliamo mettere a disposizione il nostro aiuto, facendo in modo che arrivi a chi ne ha bisogno”.

Andrea Casini, Co-Ceo commercial banking Italy di UniCredit, ha aggiunto: “Molti dei nostri clienti sono o saranno interessati da questa situazione. Per sostenerli, stiamo intraprendendo azioni rapide e decisive per superare il momento e mitigare l’impatto economico. La nostra offerta è disponibile a distanza e grazie ai nostri servizi digitali non è necessario che i clienti si rechino fisicamente in una filiale”.

La salute e il benessere di dipendenti e clienti è una massima priorità per il gruppo. La banca continuerà a monitorare da vicino la situazione e ad agire nel migliore interesse di ciascuno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.