Un buon filtro dell’aria è essenziale per la tua auto

Siamo abituati a vedere sempre la nostra auto dall’esterno e ci preoccupiamo se “vediamo” qualcosa che non va. Ma la gran parte del funzionamento della vettura avviene attraverso il motore e tutti i componenti ad esso associati. Un esempio è il filtro dell’aria. A dirla così potrebbe sembrare una cosa di poco conto ma, come scopriremo, svolge un ruolo fondamentale.

Il filtro dell’aria è una componente molto semplice quanto importante. Proprio la parola riporta alla mente qualcosa che ha a che fare con l’aria e con il fatto che la filtra. Ma dove? Ovviamente nel motore. Affinché questo funzioni correttamente è necessario che non entri a contatto con polvere, sporco, foglie e qualsiasi altra cosa possa entrare dall’esterno. Sono molti i segnali che ci dicono che è il caso di cambiarlo e, se non sappiamo quale è il modello più adatto, basta consultare www.venditapezziauto.it ed ordinarlo direttamente online o chiedere il supporto di un professionista.

Prima di tutto facciamo chiarezza su come è fatto questo ricambio e perché è così vitale. Si tratta fondamentalmente di una parte in plastica, che può cambiare forma a seconda dell’auto sulla quale verrà installato, ed una di spugna, carta speciale o stoffa. Ci sono anche modelli realizzati in cotone e/o stoffa che però si usano in auto sportive che richiedono prestazioni ancora più alte.

Il filtro impedisce che nel motore entrino impurità e sporcizie varie come oggetti di plastica che si trovano sulla strada, piume di uccelli, sporco dell’asfalto oppure veri e propri sassolini e pietre. Capire se un filtro è intasato è estremamente facile. I segnali più comuni sono:

  • Motore che fatica a partire
  • Motore che si riscalda facilmente anche dopo aver percorso pochi chilometri
  • Performance generali della vettura estremamente ridotte in poco tempo
  • Rumore inusuale che indica che ci sia qualcosa nel motore
  • Fumo nero che fuoriesce dalla marmitta

Tutto questo, ma non solo, indica che occorre pulire il filtro, se possibile, altrimenti occorre sostituirlo, soprattutto se si ha in programma un viaggio lungo. Per capire quando è il momento di comprarne uno nuovo, possiamo fare riferimento a quando abbiamo fatto l’ultimo tagliando. In generale, ogni 20 mila chilometri occorre portare la macchina dal meccanico e cambiare l’olio e i vari filtri, tra cui anche quello dell’aria. Se è ancora in buone condizioni, si potrebbe optare per pulirlo ed eliminare lo sporco grazie ad un potente getto di aria compressa. Si può anche lavare grazie a saponi speciali. L’importante è che sia ben asciutto prima di rimontarlo.

Il filtro dell’aria dell’auto, come abbiamo visto, è importantissimo ma il suo costo non è nemmeno elevato se lo paragoniamo alla sua funzione. Con qualche decina di euro, a seconda della marca, modello e composizione, si può cambiare e donare nuova vita al motore. Acquistarlo online ci consente non solo di risparmiare ma anche di avere una garanzia in caso di prodotto difettoso o errato. La consegna avviene direttamente a domicilio e, se si ha un po’ di dimestichezza, si può anche cambiare autonomamente senza andare dal meccanico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.