Edilizia, in Lucchesia ecco il primo cantiere totalmente digitale

Esperienza pilota a Pietrasanta: documentazione sulla sicurezza condivisa

Debutta a Pietrasanta il primo cantiere edile completamente digitale, in piena adesione alle direttive di “lavoro agile” fornite dal Ministero della Salute per la fase di emergenza Covid-19.

Si tratta di un ulteriore potenziamento del progetto Cantiere digitale lanciato nel 2019 dall’ente scuola edile Cpt-Lucca, grazie al finanziamento della Fondazione Crl e promosso dal gruppo edili della Regione Toscana, dagli organi di controllo della Provincia di Lucca e dalle parti sociali di settore e già adottato, nella sua formula originale, da numerose ditte della provincia: tutta la parte burocratica relativa al restauro dell’ex Villa Corsini, infatti, è stata riorganizzata in una cartella virtuale accessibile da remoto non più soltanto alle imprese operative nell’area lavoro, ma anche a tutti gli altri soggetti della sicurezza, riducendo a zero i movimenti delle persone per condividere documenti e atti tecnici.

L’attività nel cantiere edile versiliese era iniziata ben prima dell’emergenza sanitaria, che ne ha poi sospeso la prosecuzione. “Approfittando di questa chiusura forzata – spiega Corrado Bernardi, responsabile della sicurezza per l’ente scuola edile-Cpt Lucca – insieme all’ingegnere Italo Viti, che del cantiere è progettista e coordinatore per la sicurezza e all’ingegnere Simone Vecchio, direttore per la Restauroitalia Srl che è l’impresa principale a eseguire i lavori, insieme ad altre ditte del territorio, abbiamo velocemente potenziato il sistema e attivato nuove funzionalità”.

Oltre al servizio di sorveglianza dell’ente Scuola Edile-Cpt Lucca, alla piena e condivisa digitalizzazione della documentazione per la sicurezza del cantiere, ora anche committente, responsabile dei lavori, coordinatore per la sicurezza e lavoratori autonomi possono interagire in remoto con profili personalizzati, portando avanti tutta la parte tecnica e burocratica dell’attività con  aggiornamento dei dati, dell’organico aziendale, dei certificati e attestati formativi, i registri di controllo delle attrezzature dell’impresa con le scadenze manutentive e tutti i cantieri sui quali l’azienda sta lavorando, ognuno accompagnato dalla documentazione di legge. In attesa che possa ripartire la fase “operativa”, sul campo.

“Ogni situazione difficile porta con sé delle opportunità – sottolineano Simone Bianchi e Alessia Gambassi, presidente e vicepresidente dell’ente scuola edile-Cpt Lucca – in questa situazione di attività rallentate o sospese, abbiamo l’opportunità di prepararci al futuro e di valorizzare tutte le opportunità offerte dalla digitalizzazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.