Ripultitura mascherine, Legnaioli (Lega): “Governo sblocchi il progetto della Cisa Group”

La deputata sulla soluzione proposta dall'azienda lucchese per far fronte alla carenza di Dpi

“Si potrà pure morire di covid-19, ma di burocrazia è inaccettabile”. Parla così la deputata toscana della Lega componente della commissione lavoro della Camera Donatella Legnaioli in merito alla proposta dell’azienda Cisa di Mugnano di far fronte all’emergenza mascherine protettive monouso attraverso il loro riuso.

Il sistema di ripulitura delle mascherine proposta da Cisa Group di Lucca è geniale e funziona – spiega la deputata – Non lo dice la Lega, ma l’Organizzazione mondiale della sanità. Eppure, il progetto è ancora in qualche cassetto del ministero della sanità. Tutto questo mentre i nostri eroi, medici, infermieri, operatori e personale sanitario, combattano l’emergenza 24 ore su 24 nelle corsie degli ospedali senza gli strumenti necessari o con mascherine usate e strausate da giorni. Una vergogna. Insieme ad altri colleghi della Lega, ho sottoscritto un’interrogazione al ministro Speranza. Il governo batta un colpo. Non mortifichi quanti si fanno in quattro per trovare soluzioni concrete al ritardo tanto clamoroso quanto infame sul reperimento e sulla distribuzione delle mascherine“.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.