FI in Regione: “Deroga per il lavoro negli uliveti privati”

Il capogruppo Marchetti: "Si permettano potature, concimature e opere manutentive"

“Intervenire oggi per salvare il domani dell’olivicoltura toscana. Come? Attraverso una deroga ai divieti che consenta ai piccoli olivicoltori di procedere alle necessarie potature e concimazioni negli uliveti privati. Altrimenti saltano i raccolti e quindi la filiera dei nostri pregiati olii”. L’appello arriva dal capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Maurizio Marchetti il cui intento è quello di assicurare la tenuta della filiera dell’olio toscano.

“L’emergenza sanitaria è la trincea avanzata – afferma – ma non è l’unica. Quelle che oggi appaiono retrovie, saranno le prime linee di domani. Tra queste l’olivicoltura, per la quale chiedo alla Regione una deroga che consenta di lavorare negli uliveti privati a potature, concimature e opere manutentive di base per piante e terreni. Altrimenti salta la stagione del raccolto. Non è giusto”.

“Le piccole realtà private – prosegue Marchetti – formano tutte insieme delle filiere consistenti. Qui è possibile lavorare applicando ogni accortezza igienico-sanitaria che garantisca distanziamento, già le piante sono distanziate, e prevenzione dai contagio”.

La questione non è solo agricolo-alimentare: “L’olivicoltura caratterizza il paesaggio toscano e ne è un attrattore. Lo riconosce la stessa Regione Toscana che nel portale VisitTuscany dedica un itinerario specifico alle città dell’olio. Con una deroga da rilasciare dietro rassicurazioni di perfetta sicurezza del lavoro – sottolinea Marchetti – la Regione può e deve mettere al riparo dalle ripercussioni della pandemia questa importante filiera produttiva tanto tipica di tutti i nostri territori, da Lucca a Firenze, da Siena a Grosseto e ad Arezzo, da Livorno a Pisa e via frangendo. La Toscana produce oro verde. I nostri extravergini vantano il marchio Igp. Tutelare la produzione è un dovere e una priorità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.