Bar e pasticcerie, Bianchi (Fipe): “Nessun incremento dei prezzi”

La presidente del settore lucchese: "Non ci sono stati aumenti nonostante i costi lievitati"

Fra le tante polemiche dei primi giorni di ripresa della attività per le imprese commerciali c’è quella relativa all’incremento dei prezzi.

Sulla questione interviene la presidente di Fipe baristi e pasticceri Confcommercio Lucca Sandra Bianchi: “Naturalmente – afferma Bianchi – non siamo in grado di sapere come funzionino le cose in altri territori lontani dal nostro, ma possiamo parlare invece con assoluta cognizione di causa riguardo alla situazione qua a Lucca. Nel settore delle pasticcerie, ad esempio, non vi è stato alcun rincaro dei prezzi al pubblico da parte degli imprenditori del settore. O quantomeno, non vi sono stati rincari di cui si abbia notizia nonostante che nel frattempo siano lievitati i costi delle materie prime e al tempo stesso si sono aggiunti ulteriori costi in tema di sanificazioni igienico sanitarie”.

“Quindi – termina la presidente di Fipe baristi e pasticceri – sento di poter esprimere un vero apprezzamento per il senso di responsabilità dimostrata dai colleghi che nonostante provengono da due mesi di mancati incassi hanno mantenuto fermi i prezzi a Lucca segno anche del rispetto del momento di difficoltà che come noi stanno vivendo anche i nostri clienti e dipendenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.