Scuole guida ferme, Marchetti (FI): “Servono calendario e protocolli”

L'appello del capogruppo di Forza Italia in Regione che tende la mano alle realtà ancora al palo

Scuole guida ancora senza conducente. Per loro quando arriva la vera fase2? La Regione intervenga presso il Ministero per aiutarli a riaccendere il motore”. Così il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Maurizio Marchetti, che sollecita la giunta toscana “affinché in Conferenza stato-regioni rammenti anche le istanze di questi operatori che paiono dimenticati da tutte le calendarizzazioni e i protocolli“.

Nel giorno in cui i titolari delle autoscuole protestano davanti alla motorizzazione di Lucca, Marchetti tende loro la mano: “Le scuole guida si trovano incastrate in un paradosso per cui hanno clienti, hanno le strutture, hanno anche le spese… ma non hanno il calendario. A Lucca, per di più – ricorda Marchetti – la loro attività cozza contro il muro di un sottodimensionamento degli organici della motorizzazione. È un guaio storico che adesso diviene una mina sullo svolgimento delle attività delle autoscuole già scosse dalla fase di lockdown“.

Serve il calendario per iniziare a smaltire gli esami rimasti sospesi prima del blocco delle attività e poi per programmare i nuovi: “Mentre la gran parte delle attività stanno ripartendo – osserva Marchetti – proprio le scuole guida si trovano con le chiavi nel cruscotto ma senza poter avviare i loro motori. Il tutto continuando a sostenere per intero le spese e i costi di gestione di spazi e mezzi”.

Marchetti chiede l’intervento della Regione: “Bisogna che in Conferenza stato-regioni la Toscana si faccia carico di sollevare anche le istanze delle autoscuole chiedendo da un lato chiarezza per l’operatività – sottolinea Marchetti – dall’altro, in particolare per Lucca, un incremento degli organici intanto per rimettere in pari le pratiche rimaste bloccate, e poi da stabilizzare per far marciare a regime l’intero settore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.