Coronavirus e vacanze: pro e contro delle mete estive

Parlano Alessia Bertocchini e Alessandro Trigetti: consigli anche per chi decide di rimanere in città

Ripartenza. Mare, montagna o città? Distanziamento sociale e mascherine: come comportarsi con i bambini in vacanza? Per rispondere a queste e ad altre domande, intervengono la dottoressa Alessia Bertocchini, chirurgo pediatra, esperta di haloterapia (terapia del sale) e titolare dei poliambulatori specialistici pediatrici Baby Doctor e Baby Doctor Valley, e Alessandro Trigetti, naturopata.

“Per quanto riguarda il mare – spiegano i due esperti – via libera alle giornate in spiaggia perché il sale, le correnti marine, il sole e le alte temperature sono battericidi naturali. Il sole, inoltre, favorisce la produzione della vitamina D, utile per le difese immunitarie. Semaforo giallo, però, per la pelle: è indispensabile utilizzare sempre creme solari ad alta protezione. Semaforo rosso, invece, per il sovraffollamento. Il distanziamento sociale resta infatti una delle precauzioni indispensabili per evitare il contagio: le famiglie dovranno rispettare gli spazi indicati dagli stabilimenti balneari ed evitare assembramenti sulla spiaggia e nelle aree comuni”.

“Anche le piscine, quando riapriranno, potranno tornare ad essere un luogo di divertimento e di svago. Non dimentichiamoci, per altro – proseguono – che il cloro svolge un’azione antibatterica. I fattori di rischio, in questo caso, sono però più elevati: è indispensabile l’uso della cuffia e fare la doccia prima di tuffarsi, così come non bisogna camminare scalzi, mentre per i più piccoli sono necessari i pannolini contenitivi. Restano valide le solite regole del buon senso”.

Le gite in montagna rappresentano un’alternativa adatta a tutta la famiglia, dai più piccoli agli anziani: “L’attività sportiva in montagna è possibile, sempre mantenendo le giuste distanze e prestando attenzione ai pericoli che si possono incontrare, comprese punture di insetti e morsi di rettili. Diversamente dal mare, dove il caldo e la sete si percepiscono di più, è importante ricordarsi di idratare spesso i bambini. In ogni caso, rispettando sempre tutte le precauzioni, teniamo presente che anche i più piccoli devono poter socializzare con i coetanei”.

E per chi rimane in città? Le possibilità sono molte anche per le famiglie che decidono di trascorrere le vacanze a casa: gite fuori porta, passeggiate in bicicletta o in monopattino nei dintorni della città possono trasformarsi in belle avventure da vivere tutti insieme.

“Per chi decide di rimanere in zona – concludono i due esperti – l’haloterapia, alla base delle Cliniche del Sale presenti nei due poliambulatori che sfruttano i benefici dell’aria di mare, è un prezioso alleato per potenziare le difese immunitarie. L’haloterapia è utile per chi soffre di allergie e dermatiti, aiuta a bonificare le vie respiratorie dai catarri, dalle polveri sottili, soprattutto nei fumatori, e favorisce il rilassamento e aiuta gli atleti a ripartire con l’attività sportiva”.

I poliambulatori Baby Doctor si trovano a Lucca, in via San Marco, 245 e a Gallicano, via Fondovalle 11. Per contattare gli specialisti e prenotare una seduta alla Clinica del Sale è possibile chiamare al 338.8774330.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.