Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Da Unicredit 4,8 milioni di euro per Econet spa

Il finanziamento sarà utilizzato dalla ditta di telecomunicazioni per affrontare l'emergenza

Un finanziamento da 4,8 milioni di euro a favore di Econet spa. E’ questa la nuova operazione di Unicredit, garantita in poche ore da Sace nell’ambito del programma Garanzia Italia, prevista dal ‘Decreto Liquidità’. Econet spa ha la sua direzione generale ad Arezzo e opera da anni in Italia come principale integratore di sistema nell’ambito delle reti fisse e mobili di telecomunicazioni, energia e trasporti.

Un ambito che rappresenta la colonna portante del Paese e lo sarà ancor di più nel prossimo futuro a causa degli effetti del covid19 sugli stili di vita e sul business. Econet spa progetta, realizza reti e fornisce servizi alla clientela sia residenziale che business con la capacità operativa di realizzare l’end-to-end tecnologico. Per questo è inserita tra le imprese strategiche per il Paese e non si è fermata neanche durante l’emergenza sanitaria, garantendo la continuità di servizi essenziali quali le telecomunicazioni e l’energia elettrica. Le risorse finanziarie relative all’operazione, strutturata con una durata di 60 mesi, saranno utilizzate per affrontare l’emergenza covid19 e sostenere i driver di sviluppo previsti dal piano industriale e fronteggiare l’incremento del fabbisogno di cassa.

“Grazie ad Unicredit abbiamo potuto, in tempi brevi, usufruire di questo finanziamento con garanzia Sace, segno di collaborazione, stima e fiducia reciproca in una programmazione futura che, nonostante i danni causati da questo periodo pandemico, potremo continuare a gestire mantenendo gli standard qualitativi ed innovativi che da sempre ci contraddistinguono”, dichiara Davide Cilli, Ceo di Econet spa.

“Il finanziamento a Econet spa – sottolinea Andrea Burchi, regional manager centro nord Unicredit – ci consente di supportare il percorso di crescita di un’azienda dinamica e innovativa, punto di riferimento nel proprio segmento di mercato. Operazioni come questa ci rendono orgogliosi di fare banca, perché ci offrono la possibilità di contribuire in modo concreto al sostegno delle imprese italiane, spina dorsale di questo Paese, soprattutto in un momento complesso come quello attuale”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.