Con il salone dell’edilizia la prima fiera in Europa dopo il lockdown: per tre giorni 100 espositori e tanti spunti per ripartire

Fino a domenica esposizione, incontri con gli esperti, dimostrazioni pratiche, mostre, percorsi tematici e corsi di aggiornamento professionale

La stagione delle fiere post lockdown riparte da Lucca e, più precisamente, dal Salone dell’edilizia e dell’arredamento, ospitato al Polo Fiere da oggi (3 luglio) fino a domenica (5 luglio). Una piattaforma che racchiude oltre 100 espositori provenienti dalla Toscana e da altre regioni italiane, accomunati dalla grande voglia di ripartire dopo mesi difficili. Al taglio del nastro erano presenti l’assessore alle attività produttive Valentina Mercanti, il consigliere regionale Stefano Baccelli e il presidente di Lucca Crea, Mario Pardini, insieme al direttore di Confcommercio Lucca, Rodolfo Pasquini, ad Alessandro Senesi (per Exposervice Srl, organizzatore dell’evento) ed al presidente di Confindustria Toscana, Alessio Marco Ranaldo.

Il salone intende dar vita ad un circolo virtuoso tra tecnici, professionisti, committenti pubblici e privati, in modo da creare un punto di incontro privilegiato tra la domanda e l’offerta di qualità in questo settore di mercato.

“Doveva essere inaugurato a marzo – ricorda Mercanti – ma anche se con qualche problema di troppo ce l’abbiamo fatta: oggi è un giorno di festa. La prima fiera post lockdown in Europa parte da Lucca ed è motivo di grande orgoglio: in questi mesi abbiamo imparato ancora di più come quello della casa sia un settore assolutamente strategico. Si tratta sicuramente di un bel segnale di ripresa a livello nazionale”.

Per Baccelli c’è da fare i complimenti “per la determinazione ed il coraggio di non aver annullato l’evento. Manifestazioni come questa donano fiducia agli espositori e sono di buon auspicio per tutto il comparto dell’edilizia. Il vero tema – indica la strada – ora è quello della semplificazione dei procedimenti: in Regione abbiamo lavorato bene per favorire contesti di rigenerazione urbana e di riqualificazione, ora anche il Governo deve prendere questa direzione”.

Secondo Pardini “è un orgoglio ospitare il Salone dell’edilizia, anche perché rappresenta un momento di rinascita, un settore che si rimette in moto. L’ambiente è totalmente sicuro e ci aspettiamo molti visitatori da qui a domenica”.
Un plauso alla location arriva anche da Senesi: “Abbiamo scelto il Polo Fiere perché è la ‘terrazza’ ideale per questo evento, molto ben collegato e ampio. La filiera aveva bisogno di un luogo dove riunire le eccellenze edili”.

Infine l’augurio del presidente di Confindustria Toscana: “Accogliamo con sincero entusiasmo questo appuntamento, convinti che si tratti di una vera e propria occasione di rinascita. Adesso – ammonisce e conclude – è necessario che il sistema venga ripensato: le imprese devono essere rimesse al centro, perché solo così si creano posti di lavoro”.

Da oggi fino a domenica il Salone proporrà esposizione, incontri con gli esperti, dimostrazioni pratiche, mostre, percorsi tematici e corsi di aggiornamento professionale: abbastanza per attirare l’attenzione di centinaia di addetti al settore e non soltanto.

Il programma

Un weekend ricco di eventi, incontri, workshop dove i visitatori potranno scoprire soluzioni su misura nel campo dell’arredamento, conoscere le ultime tendenze, cogliere spunti, incontrare professionisti della progettazione e della ristrutturazione: dall’efficientamento energetico degli edifici alla riqualificazione degli ambienti abitativi.

Tante le curiosità come i pannelli in vetro cellulare, capaci di isolare completamente l’immobile dall’umidità, il sistema che ripulisce e risana le tubature dall’interno, senza bisogno di spaccare i muri; la vasca in marmo giallo d’Egitto scavata in un unico blocco, ma anche la tecnologia spaziale Active Pure per sanificare al 99,99 pe cento gli ambienti e l’aria dai contaminanti, certificata dalla Space Tecnology della Space Foundation. E tanto ancora: dai tavoli da pranzo che si trasformano in tavoli da gioco, agli idromassaggi lusso, all’arredo-design. Per le famiglie con bambini anche lo spazio Lego, per intrattenere i piccoli e farli cimentare con il mattoncino che è il simbolo stesso delle costruzione.

Per meglio raggiungere la manifestazione è stato organizzato un servizio navetta gratuito, che collega il Polo fieristico con il centro storico.

La manifestazione è organizzata da Exposervice S.r.l., un’azienda che vanta un’esperienza ultra ventennale nel settore dell’allestimento e dell’organizzazione di grandi eventi fieristici, con il patrocinio, in particolare, del Comune di Lucca, delle principali istituzioni economiche provinciali, gli ordini professionali e con Lucca Crea srl come event partner.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.