Rinnovo dei contratti, i sindacati: “Lucart torni al tavolo con le risposte”

Polemica tra i rappresentanti dei lavoratori e lo stabilimento di Diecimo

Lucart deve tornare al tavolo di trattativa con le risposte necessarie per un giusto rinnovo del contratto aziendali”. Così i sindacati Slc Cgil, Fistel Cisl, Ugl Chimici e Rsu dello stabilimento accusano l’azienda di non aver ascoltato le richieste dei rappresentanti dei lavoratori, ripresentandosi con la stessa proposta respinta durante l’ultimo incontro.

“Lucart Group presentandosi al tavolo di Confindustria, del tutto indifferente e sorda alle richieste avanzate dalle assemblee dei lavoratori, ha deciso di chiudere di fatto la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo per lo stabilimento di Diecimo – spiegano i rappresentanti sindacali -. Evidentemente provocatorio il comportamento dell’azienda, che si è ripresentata, con la stessa proposta economica che già era stata respinta all’ultimo incontro e che aveva portato alla dichiarazione dello stato di mobilitazione sindacale decisa nelle assemblee tenutesi del primo luglio scorso”.

Abbiamo respinto con sdegno non solo la reiterazione della proposta, ma anche il modo con il quale è stata ripresentata – prosegue la delegazione sindacale -. Un ridicolo tentativo di interpretazione dei valori economici, come se la matematica fosse un opinione e i numeri si potessero tirare dalla parte che fa più comodo. E come da mandato dei lavoratori, hanno comunicato all’azienda l’immediato irrigidimento delle relazioni sindacali ad ogni livello e l’indisponibilità in futuro al mantenimento del parametro economico nella struttura del Premio di risultato.  Richiesta, quest’ultima, che non potrà che essere estesa anche alle trattative che si apriranno tra poco nelle altre aziende lucchesi del gruppo”.

“Grave e inaccettabile la scelta dell’azienda, ormai chiara anche ai cechi, di proporre di rinnovo in rinnovo adeguamenti dei valori economici al ribasso, con lo scopo di tenersi in tasca i soldi e non riconoscere ai lavoratori giusti aumenti di salario – concludono Slc Cgil, Fistel Cisl, Ugl Chimici e Rsu -. Dure saranno le risposte sindacali delle segreterie territoriali e dei lavoratori, che metteranno in campo tutte le iniziative per far ritornare al tavolo di trattativa l’azienda con le risposte necessarie per un giusto rinnovo del contratto aziendale”.  Venerdì prossimo (17 luglio) intanto  allo stabilimento di Diecimo si terranno le assemblee dei lavoratori.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.