Aziende colpite da calamità, ecco i Comuni che possono fare richiesta per i contributi

L'elenco aggiornato da Confartigianato

Le aziende con sede nei comuni che hanno subito eventi calamitosi negli anni 2018-2019 avranno tempo fino a giovedì (13 agosto) per presentare la domanda per ottenere i fondi previsti dalla Regione. Confartigianato riporta quindi l’elenco aggiornato dei territori individuati dalle delibere regionali, che hanno quindi diritto ai contributi.

“Come detto un’azienda che risiede in uno di questi Comuni, anche se non ha avuto la riduzione del fatturato e corrispettivi, nell’aprile 2020 inferiore a due terzi di quello del 2019 può richiedere un contributo a fondo perduto di mille euro – spiega Confartigianato -. Tuttavia poiché trattasi di una somma che se percepita indebitamente può comportare una sanzione di carattere penale ed una pecuniaria del 200 per cento invitiamo a verificare con il Comune, ove ha sede l’azienda, se rientra tra quelli degli eventi calamitosi citati”.

Nell’elenco rientrano quindi i Comuni di Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Camaiore, Camporgiano, Capannori, Careggine, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Fabbriche di Vergemoli, Forte dei Marmi, Fosciandora, Gallicano, Lucca, Massarosa, Minucciano, Molazzana, Montecarlo, Pescaglia, Pietrasanta, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, Porcari, San Romano Garfagnana, Seravezza, Sillano-Giuncugnano, Stazzema, Vagli di Sotto, Viareggio, Villa Basilica e Villa Collemandina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.