Riaprono le scuole, i sindacati del tpl: “Preoccupati per la sicurezza”

Le sigle chiedono alle aziende l'impegno per più personale e mezzi e propongono di impiegare personale per le informazioni agli utenti

“Forti preoccupazioni” per la sicurezza dei lavoratori del trasporto pubblico locale all’approssimarsi della riapertura delle scuole. La esprimono i sindacati Fit Cisl, Filt Cgil e Uiltrasporti, in giorni in cui le parti sono impegnate a “programmare i servizi scolastici con tutte le dovute precauzioni e garantire un adeguato servizio di trasporto, alla luce dell’emergenza Covid-19 che ancora oggi segna numeri di contagi in aumento e quindi ben lontani dalla fine dell’emergenza  stessa nel paese, queste organizzazioni – si legge in una nota dei sindacati – esprimono forti preoccupazioni e da mesi tengono alta l’attenzione sia sulla salute e sicurezza dei lavoratori del trasporto pubblico ferro e gomma, sia sugli utilizzatori dei mezzi pubblici studenti, lavoratori e cittadini, chiedendo più volte di partecipare attivamente ai tavoli di programmazione della terza fase per poter portare il nostro contributo”.

“In questi mesi – aggiungono – abbiamo preteso che l’emergenza fosse gestita con opportune misure precauzionali seguendo protocolli con chiare indicazioni del ministero della salute, dpcm e delle ordinanze regionali. Nella riunione del 10 settembre scorso con la Regione Toscana, a seguito dell’ordinanza regionale n.85 e relativi allegati, ci sono state illustrate le linee guida per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e degli utenti in materia di trasporto pubblico ferro e gomma”.

“Ancora oggi – aggiungono le sigle – siamo convinti che non sia giunto il momento per abbassare la guardia. Per fornire un’adeguata mobilità in sicurezza e riavvicinare gli utenti all’uso dei mezzi pubblici si rende necessario incrementare il servizio di trasporto soprattutto nelle fasce di ingresso uscita scuole e plessi lavorativi scaglionando gli orari onde evitare assembramenti. Per questo occorrono più mezzi e controlli adeguati”.

“Bisogna – prosegue la nota – che tutte le misure anti contagio  rimangano in piedi e che le aziende del trasporto  continuino ad applicare i protocolli di sicurezza dalla igienizzazione dei locali, ai dispenser per le mani, alla segnaletica utile al distanziamento a bordo nonché al numero max di passeggeri ammessi, alla sanificazione giornaliera degli autobus e dei treni,  l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza da parte degli utenti,  alla sospensione della vendita dei titoli di viaggio a bordo e della verifica dei titoli di viaggio che può comunque essere svolta in prossimità delle fermate degli autobus,  delle stazioni ferroviarie, mentre bordo treno occorrono gli strumenti adeguati forniti agli operatori del settore, in particolare le mascherine FFP2″.

“Occorre quindi personale dedicato sia nel trasporto su gomma che su quello ferroviario per fare da filtro, dare informazioni adeguate agli utenti, ecc, non può essere l’autista o il capo treno che decide chi e come sale sui mezzi pubblici – insistono i sindacati -. Occorre aumentare la presenza del personale a bordo dei mezzi, e allo stesso tempo creare una cabina di regia per monitorare il servizio e intervenire sulle criticità.  Siamo inoltre convinti che si renda ancora necessario mantenere nei servizi di trasporto pubblico locale il distanziamento fra conducente e passeggeri attraverso il mantenimento della chiusura della porta anteriore dei mezzi e l’inibizione dell’uso dei seggiolini a ridosso dell’autista, al fine di evitare contagi che porterebbero a ripercussioni importanti qualora ci fossero contagi fra i  lavoratori. Se tutti faranno la loro parte insieme supereremo questo periodo limitando al massimo i contagi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.