I negozi del centro fanno rete: sconti ‘incrociati’ per invogliare agli acquisti foto

Nasce Viva Lucca Viva, un circuito unico di clienti fra negozi, bar e ristoranti

Creare un circuito unico di clienti fra negozi, bar e ristoranti, attraverso una serie di sconti “incrociati” che incoraggino i frequentatori di un’attività a recarsi negli altri per acquistare un paio di scarpe o una camicia, oppure pranzare o sorseggiare un drink.

È questa l’essenza di Viva Lucca Viva, il nuovo progetto pensato e lanciato dal Centro commerciale Città di Lucca di Confcommercio, con il patrocinio del Comune, presentato questa mattina (29 settembre) a Palazzo Sani alla presenza del presidente di Confcommercio Rodolfo Pasquini, del presidente del Ccn Matteo Pomini e dell’assessore alle attività produttive del Comune di Lucca Valentina Mercanti.

“Viva Lucca Viva è un’idea nata durante il periodo covid – dice Rodolfo Pasquini – Il centro commerciale naturale cerca attraverso questa iniziativa di incentivare l’economia proponendo l’acquisto di prodotti legati al territorio”.

Anche per il presidente del Ccn, Matteo Pomini, l’obiettivo del progetto è quello di far fronte comune alla crisi che si affaccia durante i mesi di bassa stagione, sopratutto adesso che l’emergenza Covid si sta ripresentando allungando piano piano la sua ombra sui mesi autunnali e invernali.

“Viva Lucca Viva ha lo scopo di aiutare il mondo del commercio lucchese a far fronte comune per uscire insieme dalla crisi. Alle persone che faranno acquisti nei negozi del centro storico aderenti all’iniziativa verrà dato un porta scontrini che gli permetterà di ottenere dei vantaggi nelle attività commerciali dove si recherà – prosegue Matteo Pomini – I vantaggi messi a disposizione sono diversi a seconda del tipo di negozio aderente, per i negozi di abbigliamento sarà uno sconto, per i bar e i pub sarà una bevuta omaggio successiva alla prima consumazione e preparata con prodotti del territorio, i ristoranti omaggeranno i clienti con una bottiglia di vino che verrà consegnata a fine cena”.

Entusiasta del progetto anche l’assessora alle attività produttive, Valentina Mercanti: “Accolgo con orgoglio questa iniziativa, sono tre anni che lavoro con l’associazione e la collaborazione non è mai mancata. Il progetto presentato lega i prodotti del territorio alla commercializzazione contribuendo a legare il settore e a fornire prodotti di qualità ai nostri negozi. Si tratta di un momento particolare per presentare Viva Lucca Viva che contribuisce a far ripartire al nostra economia e ci invoglia ad uscire”.

Un percorso, questo, al quale i componenti del Centro commerciale naturale hanno lavorato a lungo, con l’obiettivo di cercare una iniziativa capace di invogliare le persone a recarsi in città, specie durante il cosiddetto periodo di bassa stagione ormai alle porte. Le attività che hanno aderito sinora sono oltre 40, ma se altre decidessero di aggiungersi potranno farlo entro e non oltre la data di giovedì (1 ottobre) scrivendo una mail all’indirizzo di posta elettronica carnicellimartina@confcommercio.lu.it o chiamando allo 0583.473164.

Ognuna delle attività aderenti al progetto Viva Lucca Viva rilascerà a ciascun cliente un ticket da spendere in un qualsiasi altro negozio, bar o ristorante che partecipa all’iniziativa e che fa parte del circuito. Assieme al ticket il cliente riceverà una sorta di porta – scontrini con indicato l’elenco di tutte le attività aderenti. Gli sconti verranno consegnati nei negozi dal 15 ottobre al 15 novembre, ma saranno poi spendibili fino al 22 novembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.