Rate e canoni leasing, la sospensione dei pagamenti prorogata al 31 gennaio

Contributi a fondo perduto anche dalla Camera di Commercio. Confartigianato a disposizione delle aziende per la compilazione delle domande

Agevolazioni e bandi, Confartigianato fa il punto e si mette a disposizione per assisterle nella presentazione delle domande al numero 0583.47641.

Intanto la Nuova Sabatini. La sospensione del pagamento delle rate o dei canoni leasing, originariamente prevista sino al 30 settembre scorso, è stata prorogata fino al 31 gennaio 2021, anche in deroga al limite massimo di durata del finanziamento (5 anni).

L’erogazione delle quote di contributo, come prevista dai singoli decreti di concessione, non subisce modificazione; la proroga è riconosciuta d’ufficio dal ministero, senza la necessità di trasmettere alcuna specifica richiesta da parte dell’impresa beneficiaria, a condizione che il periodo di 12 mesi stabilito per la realizzazione degli investimenti (decorrente dalla data di stipula del contratto di finanziamento) includa almeno un giorno del periodo di sospensione dei termini ex lege (compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 maggio).

Inoltre, la Camera di Commercio di Lucca mette a disposizione delle imprese della provincia 3oomila euro sotto forma di contributi a fondo perduto, per l’abbattimento dei costi di istruttoria sui finanziamenti privati garantiti da un Confidi o altro ente di garanzia.

Possono beneficiare dell’intervento camerale le imprese che nell’anno 2019 hanno avuto un volume dei ricavi inferiore o uguale a 1,5 milioni di euro e nel periodo tra il primo marzo ed il 31 agosto hanno avuto un calo del fatturato almeno del 20 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le imprese nate dopo il primo marzo è necessario che non svolgano un’attività ritenuta essenziale.

Si tratta di un contributo a fondo perduto che copre il 50 per cento delle spese di istruttoria sui finanziamenti assistiti dalla garanzia di un Confidi o altro ente di garanzia autorizzato, stipulati a decorrere dal primo maggio con durata fino a 120 mesi.  L’ importo massimo del contributo erogabile è pari a 500 euro. Ogni impresa potrà presentare una sola domanda di contributo. Per soggetti autorizzati si intendono i Confidi e gli intermediari che effettuano attività di rilascio di garanzie alle Pmie che sono inseriti nell’elenco disponibile sul sito istituzionale della Regione Toscana.

Le richieste di contributo devono essere trasmesse in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line Contributi alle imprese, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere, Servizi e-gov, dalle 15 del 15 ottobre fino al 30 novembre, salvo esaurimento delle risorse. L’invio della domanda può essere delegato ad un intermediario abilitato, indicandolo nel modulo predisposto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.